Sab. 04 Feb. 2023
HomeAppuntamentiCinisello, un concerto per rivivere la passione educativa di don Luigi Giussani

Cinisello, un concerto per rivivere la passione educativa di don Luigi Giussani

Sala dei Paesaggi in Villa Ghirlanda ieri gremita per assistere a un mix di letture, interpretazioni corali e autentiche e ricercate interpretazioni orchestrali

Ieri, sabato 5 novembre, è stato un grande pomeriggio: è stata inaugurata la mostra su don Luigi Giussani, a 100 anni dalla sua nascita, mentre è in corso di santità per la sua totalizzante dedizione a contagiare di passione e tensione per il vero e il buono radicate in Gesù Cristo decine di generazioni incontrate nel corso della sua intensissima vita.

La comunità ciellina di Cinisello e del Nordmilano ha infatti voluto proporre l’incontro del proprio fondatore attraverso le svariate forme espressive con cui il creativo sacerdote desiano ha investito ogni luogo del conoscere e del sapere.

Partiti con la teologia esperienziale di don Stefano Alberto settimana scorsa a Bresso e ai suoi appassionati incontri con i discussi Pasolini e Testori, raccontati dal giornalista  Frangi a Novate Milanese, i centri culturali della zona hanno voluto allestire nelle sale di Villa Ghirlanda, il percorso biografico di don Giussani attraverso le testimonianze delle tante personalità che lo hanno conosciuto direttamente con una sapiente selezione video registrata dei suoi interventi.

“Abbiamo scelto di far parlare gli uomini e le donne che hanno vissuto o semplicemente conosciuto il suo carisma – dicono Alessandra Govi e Piero Manzoni, organizzatori dell’evento – perché apparisse la genuinità più grande del ruolo svolto da questo grande educatore: la passione per Cristo come possibilità di vita felice qui ed ora che affascina tutt’ora tanti di noi e che vorremmo far conoscere al mondo intero.”

Così, grazie alla collaborazione di Carla Pastormerlo e Omar Mercatante, che insieme all’ex presidente del conservatorio Pessina, gestiscono la prestigiosa accademia Marziale di Seveso, ieri in Villa Ghirlanda la gremita Sala dei Paesaggi ha assistito a un mix di letture, interpretazioni corali e autentiche e ricercate interpretazioni orchestrali e corali dirette dal compianto von Karajan.

Dai commoventi accordi alla chitarra classica dei brani di Lobos interpretati dallo stesso Mercatante, alle laudi medievali di Cecilia Spinelli, il pubblico cinisellese ha potuto accogliere il senso e “lo spirto gentile” che in tanti anni don Giussani ha trasmesso ai giovani incontrati nel suo cammino. L’occasione di ascolto dei suoi brani preferiti e da lui spiegati sono così diventati esperienza viva presente per “non guardare a sé stessi” e contemplare il tema del destino come un costante e affascinante sottofondo della vita.

ARTICOLI CORRELATI