Dom. 07 Ago. 2022
HomeBreaking NewsCinisello Balsamo, don Mauro Santoro visita il Summer Camp in Cinifabrique

Cinisello Balsamo, don Mauro Santoro visita il Summer Camp in Cinifabrique

Il Presidente della consulta sulla disabilità della diocesi di Milano ha partecipato alle attività educative e inclusive rendendosi conto di persona di questa esperienza unica

Don Mauro Santoro, presidente della Consulta diocesana ambrosiana Comunità cristiana e disabilità“O tutti o nessuno”, ha fatto visita oggi martedì 26 luglio, ad una delle più significative esperienze di Summer Camp inclusivo presente sul territorio, quello realizzato in Cinifabrique da due note cooperative della città – Coop. Arcipelago e Prima e promosso da Anffas.

Era presente anche l’assessore all’istruzione e Politiche Educative di Cinisello Balsamo Maria Gabriella Fumagalli, che sostiene l’importanza di offerte estive all’insegna dello sport, della natura e della creatività ma anche di coltivare proposte educative alle scuole, ai ragazzi e alle famiglie. Le attività sono rivolte a bambini e ragazzi, con l’obiettivo di supportare le famiglie attraverso iniziative mirate ad accrescere l’inclusione, la socialità, il benessere fisico, psicologico e sociale dei giovani ed è importante sottolineare che le proposte sono nell’ottica dell’inclusione e di un servizio di supporto educativo alle famiglie con bambini e ragazzi con disabilità.

Con la visita al Summer Camp don Mauro Santoro ha potuto rendersi conto della prima esperienza inclusiva, forse italiana, che ha pianificato ogni attività del centro concentrando la massima attenzione a proposte educative tarate sui più deboli e fragili della compagnia, ma espressione e attrazione bella e accattivante per tutti.

L’identità di Cinifabrique si fonda su valori quali: FARE-IMPARARE-DONARE. L’aspetto che contraddistingue il Summer Camp è dato dal desiderio di perseguire il sogno di una reale, concreta e tangibile occasione di inclusione.

Il bisogno del territorio di tornare a un’educazione esperienziale che privilegi il  FARE e il fare insieme attraverso gli strumenti dei laboratori ed i giochi agevola la nascita e lo sviluppo di relazioni di valore.

La scoperta dei talenti

In questa terza edizione del Summer Camp il tema ha riguardato la scoperta dei propri talenti. Essere consapevoli delle proprie attitudini, oltre che ad apportare beneficio in termini di autostima, aiuta a comprendere cosa possiamo offrire agli altri.

Don Mauro Santoro quest’oggi  ha avuto l’opportunità di toccare con mano la realtà del Summer Camp, partecipando al girotondo con i bambini, ragazzi,  educatori e volontari che hanno messo in comune i lavori svolti in queste settimane, le esperienze più significative per ognuno di loro e ha potuto ascoltare e vedere attraverso la partecipazione attiva dei bambini guidati da Sonia, coordinatrice del Campus, la lettura animata del libro dal titolo: “Nel paese Chenonsai”, progetto nato grazie all’Associazione Aquilone , che è stata ospite recentemente al Campus portando in scena con i suoi ragazzi lo spettacolo teatrale.

Al termine  don Mauro ha deciso di sostituire la sua foto di profilo sul suo Pc inserendo il disegno realizzato dai bambini della copertina del libro che ha come simbolo un cuore incerottato, spiegando ai presenti che la vita è fatta anche di ostacoli, prove e ferite e che attraverso l’accoglienza, l’ascolto, l’attenzione, piccoli gesti di gentilezza quotidiana verso chi ci è accanto possiamo curare quelle ferite e di contro curare le nostre rivolgendoci agli altri e viceversa.

E’ stato molto grato di poter fare questa visita perché – come ha sottolineato – “è solo andando di presenza sul territorio che si può apprendere realtà come questa già esistente e funzionante e per poterla raccontare occorre conoscerla”.

Il clima di appartenenza e di famiglia che si respira in Cinifabrique è tangibile basta guardare ed ascoltare proprio la voce dei bambini, con i loro sorrisi e la gioia di vivere che emerge dai loro sguardi.

Decine di laboratori e attività che hanno spaziato su tutte le arti e sulla più svariate attività di movimento, con giochi individuali e di gruppo, sapientemente dosati dall’équipe educativa presieduta dalla d.ssa Sonia Murrone, coordinatrice del Summer Camp e responsabile del progetto.

Una esperienza di bene che si dilata

«Non più loro, ma noi» è stato il titolo dello scorso anno con cui la Chiesa Ambrosiana aveva dato inizio al nuovo processo verso la costruzione di una comunità che cambi il suo sguardo e la sua progettualità quando ha a che fare con persone con disabilità, di qualsiasi età. Si tratta, evidentemente, di una esperienza di bene “contagiosa”, in vari ambiti educativi. “Da quel primo passo che è stata occasione importante per tutti coloro che nella vita hanno a che fare con il vario mondo della disabilità, dal terzo settore alla scuola, dalle parrocchie agli oratori al mondo sportivo, alle famiglie ovviamente – dichiara il presidente di Anffas Nord milano, Antonio Cacopardi – già da quest’anno diverse sono state le attività inclusive degli oratori. Già allora – aggiunge il Presidente dell’importante associazione di famiglie – abbiamo voluto segnalare, coinvolgendoli direttamente, Livio, Marco e Federica, tre persone che frequentano in nostro Centro di Cinisello Balsamo, fortemente volute all’interno della Consulta perché si eviti il rischio di parlare di disabilità, senza ascoltare chi vive questa condizione nella propria vita.”

La sfida di Papa Francesco

Non possiamo più far finta di niente, la sfida è quella di accogliere tutti ed è ciò su cui insiste papa Francesco. Oltre a far sì che le persone con disabilità all’interno della comunità siano accolte, valorizzate e partecipi occorre collaborare per creare attività, percorsi di formazioni, laboratori formativi in modo sempre più inclusivo.

Quando programmiamo qualcosa, dobbiamo partire dai più fragili, solo così riusciamo a includere tutti, se invece diciamo “ci sono anche loro” rischiamo di escludere.

Il lavoro va valorizzato, fatto conoscere e condiviso proprio come nella filosofia di Cinifabrique!

Don Mauro Santoro

Don Mauro Santoro, assistente spirituale del Centro “Vismara -Fondazione Don Gnocchi” di Milano, è stato nominato il 1 giugno presidente della Consulta diocesana ambrosiana Comunità cristiana e disabilità“O tutti o nessuno”.

Il nuovo organismo ha come missione di sollecitare le comunità cristiane a combattere ogni forma di esclusione.

Con loro lavoreranno professionisti con competenze diverse e alcune organizzazioni del Terzo Settore, come ANFASS NORDMILANO.

Di Barbara Boazzi

 

 

ARTICOLI CORRELATI