Dom. 23 Gen. 2022
HomeBreaking NewsIl futuro finanziario dei figli? Facciamo insieme qualche considerazione

Il futuro finanziario dei figli? Facciamo insieme qualche considerazione

I vantaggi di optare per il Piano di Accumulo del Capitale che consente di versare regolarmente una somma prefissata in un “veicolo di investimento” come per esempio un fondo comune

Una delle tante preoccupazioni che affligge gran parte dei genitori riguarda il futuro dei propri figli. In particolare l’attenzione è rivolta verso il raggiungimento della loro autonomia finanziaria. Questo aspetto passa inevitabilmente dal riuscire a trovare un lavoro stimolante e remunerativo in un mercato, che piaccia o meno, risulta essere sempre più competitivo e globalizzato.

Proprio per questo diventa fondamentale assicurargli una preparazione scolastica di buon livello. Per raggiungere questo obiettivo, un genitore deve essere lungimirante e attuare una pianificazione finanziaria di lungo termine, che possa consentire ai figli, in futuro, di intraprendere la propria strada qualunque essa sia.

Ti sei mai chiesto quanto costerà la laurea di tuo figlio?

Mantenere un figlio durante il ciclo universitario ha un costo ingente per le famiglie. Lo è ancora di più se si opta per un Ateneo privato e addirittura fuori sede. Se resta a casa con mamma e papà e opta per l’università pubblica il conto sarà meno salato, ma ammonterà comunque a cifre importanti. Quale che sia la strada che intraprenderanno, per rendere il futuro dei nostri figli un po’ meno incerto, il suggerimento è di pensare con largo anticipo a soluzioni d’investimento sostenibili ma allo stesso tempo efficaci.

Bisogna dire che l’esempio riportato prima riguardo al percorso scolastico è solo una delle tante preoccupazioni di noi adulti. Infatti, tra le motivazioni che spingono gli italiani a risparmiare rimane ai primi posti la sicurezza dei figli, insieme agli imprevisti, alla casa e alla vecchiaia.

Complice anche il clima di incertezza che ci ha ultimamente colpiti, le famiglie hanno preso maggior coscienza della necessità di un’accurata gestione delle risorse finanziarie familiari e del risparmio. Questa gestione, accompagnata dalla ricerca di soluzioni di investimento di lungo termine, può andare incontro all’esigenza di “consegnare” ai figli il capitale necessario a navigare anche nei momenti più difficili. Gli strumenti che le famiglie hanno a disposizione e che possono supportarle in questo percorso sono diversi. Ne vediamo uno in particolare, il Piano di Accumulo.

Piano di accumulo del capitale (PAC)

Il Pac, acronimo di Piano di Accumulo del Capitale, permette di versare regolarmente una somma prefissata in un “veicolo di investimento” come per esempio un fondo comune. Sono diverse le ragioni per cui optare per una soluzione di questo tipo. Se si diluisce nel tempo l’acquisto degli strumenti finanziari, distribuendo quindi gli ingressi in momenti diversi sul mercato, da una parte si avranno buone probabilità di ridurre il prezzo medio di acquisto di tali strumenti e dall’altra si riuscirà a contenere il rischio dell’investimento riducendone la volatilità.

Il PAC è uno strumento estremamente flessibile: si possono ridurre, incrementare, mettere in pausa o fermare definitivamente i versamenti in ogni momento, a seconda delle proprie necessità. Inoltre, offrono la possibilità di disinvestire, tutto o solo una parte del capitale maturato, in ogni momento.

Per questi motivi il piano di accumulo si rivela una soluzione sempre più in voga tra i risparmiatori e le famiglie italiane. Questo anche grazie alla sua flessibilità e alla possibilità di predeterminare la cifra da versare. L’importo del versamento, non essendo elevato, è spesso preferito dai risparmiatori che non hanno grandi cifre da investire ma possono invece contare su entrate stabili e sicure.

Un altro aspetto più di natura psicologica e comportamentale, è quello di “costringere” l’investitore all’accantonamento di una somma in modo costante nel tempo, somme che molto probabilmente, se lasciate sul conto corrente, andrebbero spese.

Augurandomi che anche queste righe possano essere utili a fare riflessioni positive sui vostri risparmi, vi saluto augurandovi come sempre “buoni risparmi”.

di Denis Balconi

La via dell’educazione finanziaria

L’autore di questo articolo si occupa di educazione finanziaria. Nel 2019, percependo l’evolversi dei bisogni dei cittadini in ambito finanziario, ha interpretato la figura professionale di Educatore Finanziario certificato, iscritto nel registro di AIEF (Associazione Italiana Educatori Finanziari accreditata presso il Ministero dello Sviluppo Economico), con l’obiettivo di aiutare e supportare i risparmiatori e investitori ad acquisire consapevolezza nelle loro scelte finanziarie.

Denis Balconi, l’autore di questo articolo

Proprio dall’esperienza di Educatore Finanziario, ha pubblicato anche un libro.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI