Dom. 23 Gen. 2022
HomeCormanoCormano, "Dove andrai di bello a Natale?" la campagna a sostegno dei...

Cormano, “Dove andrai di bello a Natale?” la campagna a sostegno dei negozi di vicinato

Shopping vicino a casa. Sono numerosi i vantaggi per chi opera questa scelta

“Dove andrai di bello questo Natale?” è l’interrogativo che campeggia nella locandina apparsa nei negozi e sui social del Comune di Cormano volta a promuovere l’iniziativa dell’assessorato al Commercio e alle Attività produttive a sostegno delle attività di vicinato nel periodo natalizio.

È Cormano la meta suggerita per gli acquisti di Natale dalla campagna promossa dal Comune che evidenzia i numerosi vantaggi offerti dal commercio di vicinato sia per gli acquirenti che per gli stessi commercianti locali. A partire dal risparmio di tempo, soprattutto per la corsa al regalo last minute, data la vicinanza sul territorio che consente di recarsi a piedi a fare gli acquisti senza incappare negli spiacevoli ingorghi di traffico che si registrano attorno ai luoghi più affollati dello shopping. Niente auto, niente stress e anche l’ambiente ne beneficia. Inoltre acquistare nei negozi di vicinato favorisce il consolidamento di un rapporto di fiducia con i negozianti e i produttori locali, valorizzando le eccellenze del territorio e contribuendo a farle conoscere. Senza contare, non meno importante di questi tempi, l’aspetto legato alla sicurezza sanitaria e l’attenzione alla qualità del servizio.

“L’attenzione al commercio e alle realtà produttive locali è uno degli obiettivi che ci siamo dati nel nostro programma elettorale – sottolinea l’assessore al Commercio e alle Attività produttive Sergio Busico -, e questa è una delle piccole azioni che mettiamo in campo per promuovere e incentivare l’acquisto di prossimità ed aiutare a conoscere e riconoscere il valore delle nostre realtà”.   E aggiunge: “Comprare a Cormano aiuta la città e costruisce una rete virtuosa di rapporti sociali che poi si riverberano nella vita quotidiana: un’azienda o un negozio che fanno parte di una comunità sono allo stesso tempo un punto di riferimento per i clienti ma anche una risorsa in termini di restituzione al territorio, sia in modo anche molto concreto che nel senso più ampio di appartenenza e creazione di reti sociali”.

 

ARTICOLI CORRELATI