Sab. 27 Nov. 2021
HomeAttualitàSesto San Giovanni, ex Casa dei Bambini Montessori diventerà un centro polifunzionale

Sesto San Giovanni, ex Casa dei Bambini Montessori diventerà un centro polifunzionale

Una riqualificazione possibile grazie al bando nazionale da 3 milioni di euro di finanziamento che si è aggiudicato il Comune di Sesto San Giovanni .

L’ex Casa dei Bambini Montessori presto verrà trasformata in un centro polifunzionale che si rivolgerà ai bambini delle fasce d’età 0-6 anni e 6-11 anni, oltre che alle loro famiglie, per un potenziale bacino d’utenza di oltre 1.000 fruitori. Una riqualificazione possibile grazie al bando nazionale da 3 milioni di euro di finanziamento che il Comune di Sesto San Giovanni è riuscito ad aggiudicarsi.

L’ex asilo montessoriano di via Lambro era stato costruito negli anni ’30 nell’ambito di diverse iniziative delle acciaierie Falck per i dipendenti. A partire dagli anni ‘50 in questa scuola è stato praticato il metodo Montessori, fino all’84, anno della sua dismissione. Ora la struttura tornerà in attività e sarà a disposizione di famiglie e bambini con l’obiettivo di diventare un luogo di riferimento per l’intera città.

Nello specifico il progetto prevede uno sportello per informare sulle principali opportunità offerte dal territorio a proposito dell’organizzazione della vita quotidiana delle famiglie con figli; uno spazio ludico-creativo dove i bambini potranno giocare e socializzare sia coi pari età che con gli adulti; uno spazio per le attività di laboratorio ed extra scolastiche in base alle diverse età dei gruppi; uno spazio allattamento/sonno e spazi esterni per le attività ludiche e di laboratorio all’aperto.

I lavori riguarderanno la riqualificazione statica e sismica dell’intero fabbricato, nuovi serramenti ad alta efficienza energetica, nuove finestre, un sistema di cappotto interno per migliorare l’isolamento termico e acustico, il riscaldamento a pavimento, il rifacimento della copertura,  nuova pavimentazione, arredi interni diversificati in base all’dei età bambini, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il rifacimento dell’impianto idraulico e di quello elettrico, l’adeguamento del sistema anti-incendio, un nuovo impianto di video-sorveglianza e di illuminazione, nuovi giochi e nuovi arredi in giardino.

Le attività proposte seguiranno l’ispirazione montessoriana attraverso l’utilizzo di materiali sensoriali, di vita pratica, di psico geometria, psico aritmetica, psico grammatica e psico geografia, offrendo un servizio educativo ancora più calibrato sulle esigenze dell’infanzia. Inoltre, in spazi adeguati, verranno accompagnate le famiglie attraverso un approccio scientifico che consente al bambino di sviluppare capacità cognitive, fisiche e psichiche attraverso l’esperienza sensoriale. I materiali Montessori consentono il controllo dell’errore, per cui è il bambino stesso ad autocorreggersi senza che l’adulto abbia la necessità di intervenire.

“Si tratta di un progetto molto ambizioso che andrà a impreziosire la riqualificazione già in atto nell’intero quartiere del Villaggio Falck – commenta il sindaco Roberto Di Stefano -. Restituiremo alla città un altro luogo in disuso completamente rinnovato e studiato per le esigenze delle nostre famiglie”. Sesto San Giovanni è stata tra le prime città ad aggiudicarsi il finanziamento destinato alla riqualificazione degli asili comunali, motivo di soddisfazione per l’assessore all’Educazione, Roberta Pizzochera: “Sono orgogliosa di questo progetto a cui abbiamo fin da subito creduto molto e che presto diventerà realtà. Avremo una nuova struttura poli-funzionale che conserverà la vocazione montessoriana, pensata per le famiglie, un progetto dall’alto valore sociale, un unicum per il nostro territorio, all’interno di un quartiere dove per troppi anni sono mancati luoghi di welfare adeguati”.

ARTICOLI CORRELATI