Mer. 27 Ott. 2021
HomeBreaking NewsPaderno Dugnano, ponte di via Battisti e via Camposanto rimane chiuso. Nemmeno...

Paderno Dugnano, ponte di via Battisti e via Camposanto rimane chiuso. Nemmeno i pedoni potranno percorrerlo

Si prospettano problemi alla viabilità nei prossimi mesi 

Dopo le ultime indagini strumentali dei tecnici il ponte di Paderno rimane chiuso. Traffico vietato anche ai pedoni. Le recenti analisti eseguite dai professionisti incaricati dal Comune sulla struttura che sostiene la rampa del ponte sul lato (est) di via Camposanto e sul terreno in cui la stessa insiste, hanno evidenziato criticità strutturali e il conseguente scostamento della spalla che allo stato attuale, in caso di utilizzo, non dà garanzie di corretta stabilità in questa porzione di ponte.

“Purtroppo i tecnici hanno accantonato per il momento anche l’ipotesi di apertura al transito ciclo-pedonale del ponte – spiega il Sindaco Ezio Casati – Da quanto ci è stato anticipato rispetto agli studi in corso, è emersa la necessità di eseguire degli approfondimenti sulle criticità rilevate e saranno commissionati ulteriori carotaggi che abbiamo deciso di estendere anche alla spalla della rampa sul lato ovest (verso via Battisti) e la pila centrale, perché vogliamo valutare lo stato complessivo dell’opera, sia in termini di prevenzione sia in considerazione dello studio degli interventi che si dovranno realizzare per restituirci un ponte completamente sicuro e pienamente funzionante.

Si prospettano problemi alla viabilità nei prossimi mesi

Ho chiesto che queste indagini tecniche siano eseguite in tempi rapidi, ma è bene chiarire a tutti che occorrerà programmarli compatibilmente anche con il transito ferroviario, attendere i tempi delle analisi di laboratorio e l’elaborazione dei dati che saranno ricavati.

Tutti auspicavamo notizie migliori, ma dobbiamo prendere atto di questi riscontri e con senso di responsabilità proseguiamo con gli approfondimenti necessari che ci potranno consentire di conoscere tutti i problemi e lavorare alle soluzioni più rapide possibili, ma che non potranno essere immediate”.

ARTICOLI CORRELATI