Mer. 27 Ott. 2021
HomeBreaking NewsSesto San Giovanni, dalle ex Acciaierie Falck gli industriali lanciano la sfida...

Sesto San Giovanni, dalle ex Acciaierie Falck gli industriali lanciano la sfida della rigenerazione

“Questo luogo e questa giornata hanno un grande significato di rigenerazione: insieme possiamo ripartire”. Queste le parole oggi  di  Alessandro Spada, presidente di Assolombarda. Praticamente uno slogan e un’esortazione. Il fil rouge dell’intero incontro.

Le ex acciaierie Falck di Sesto San Giovanni sono state la cornice, non casuale, dove si è svolta l’Assemblea Generale di Assolombarda. Simbolo di una rigenerazione attesa da decenni, da quando le ex acciaierie di Sesto San Giovanni rimasero dismesse.

Dalle ex Falck nasce la rigenerazione

Questo lembo di città ha anche una forte valenza di rinascita e trasformazione. Nel futuro dell’area si prospetta il progetto di rigenerazione urbana più importante d’Europa, portato avanti da Milanosesto, Prelios e Hines. Si realizzeranno un mix di abitazioni in affitto per studenti e per famiglie, ci saranno luoghi di svago, studio, sport e lavoro. Qui ci sarà anche il futuro dell’Istituto dei tumori e dell’Ospedale Besta con un importante impegno finanziario da parte di Regione Lombardia. E, recentemente ufficializzato, troverà spazio anche un nuovo polo dell’ospedale San Raffaele.

Presenti all’assemblea oltre a decine di imprenditori, Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia, il vice presidente Moratti, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

“Qui – ha affermato Spada –  non siamo solo in un luogo straordinariamente importante per la storia dell’impresa lombarda e italiana. Siamo anche a Sesto San Giovanni. Siamo a metà strada tra la Brianza, con il suo tessuto di imprese manifatturiere ricco e articolato, e Milano-città, con il suo tessuto di imprese del terziario avanzato, sinergico e funzionale al primo. Questo luogo rappresenta l’ampia dimensione territoriale entro cui operiamo come Associazione, come imprenditori e imprenditrici, come cittadini”.

“Oggi – ha aggiunto il presidente di Assolombarda – il messaggio che vogliamo dare alle imprese che lavorano in quei settori messi alla prova così duramente dalla crisi è: “Noi ci siamo insieme, possiamo ripartire”.

Un piano di ripresa da 235 miliardi

“Ripartire non basta. Dobbiamo avere uno sguardo lungo: oggi abbiamo l’opportunità e le risorse – ben 235 miliardi del PNRR – per avviare una vera e propria rigenerazione: economica, sociale, politica e urbana”.

Secondo gli industriali il PNRR rappresenta un’occasione da non perdere. Pieno è l’appoggio manifestato al Governo.

L’intervento completo del presidente Alessandro Spada

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI