Gio. 23 Set. 2021
HomeBreaking NewsCusano Milanino, quattro ore sulla gru per farsi pagare gli stipendi arretrati

Cusano Milanino, quattro ore sulla gru per farsi pagare gli stipendi arretrati

Quattro operai di origine straniera hanno inscenato una clamorosa protesta questa mattina in un cantiere edilizio a Cusano Milanino, al confine con Cinisello Balsamo.

Esasperati dal ritardo dei pagamenti sono saliti su una gru questa mattina intorno alle 9.30 La protesta è avvenuta in via XXV Aprile, angolo via degli Olmi. Gli operai non percepiscono lo stipendio da diversi mesi e hanno scelto di compiere questo gesto per portare a conoscenza di tutti la loro situazione e risolverla.

Quattro su una gru, sospesi a decine di metri di altezza, con uno schieramento di sicurezza e soccorsi ad accompagnare i tentativi di farli scendere incolumi. Dopo un’intera mattinata di trattative, i quattro uomini sono scesi intorno alle 13.30.

Sono stati momenti di paura e di apprensione perché la temperatura era torrida e gli operai hanno rischiato un malore. Solo alle 13.30 i lavoratori si sono lasciati convincere ad abbandonare la protesta e a scendere dalla gru.

Nel frattempo sul posto sono arrivate alcune ambulanze, i carabinieri e un mezzo dei vigili del Fuoco. E’ anche intervenuto un sindacalista della Cgil per favorire un accordo.

Il committente era in ritardo con i pagamenti al subappaltatore, che a sua volta non era in grado di erogare gli stipendi. Secondo quanto dichiarato dai Carabinieri, si parla di una cifra che si aggira – complessivamente – intorno ai 40 mila euro.

A mediare le parti, il capitano Antonio Belardo dei Carabinieri di Sesto San Giovanni, il cui intervento si è rivelato particolarmente utile perché ha permesso un punto di incontro tra il titolare della ditta, che si trovava al di sotto della gru, e gli operai che hanno inscenato la protesta.

Ecco il racconto del capitano Belardo: “È stata una controversia di tipo privato. Il contratto di subappalto prevedeva la liquidazione alla fine del cantiere e agli operai manca l’ultima tranche dei pagamenti che la ditta si è riservata di versare dopo dei controlli qualitativi e quantitativi sui lavori effettuati. Dunque, esasperati da questa attesa, che secondo i manifestanti si protraeva da troppo tempo hanno inscenato questa forma di protesta. Le cifre attese si attestano attorno ai 40.000 euro, una somma che rappresenta il 15% dell’importo totale. Per fortuna, tra i quattro saliti sulla gru e il titolare che esponeva le sue ragioni si è raggiunto un compromesso ed è stata assicurata l’apertura di un tavolo in cui si definirà la questione”.

Il sindacalista presente questa mattina al fianco dei lavoratori, Alessandro Muzio della Fillea Cgil,  ha confermato che si cercherà di trovare un primo accordo con il versamento di una prima parte della somma dovuta.

Gli operatori che hanno inscenato la protesta abitano nel Nord Milano, alcuni di loro a Cinisello Balsamo.

ARTICOLI CORRELATI