ANFFAS FA - DISINFEZIONE - SANIFICAZIONE Cinifabrique AMF - FARMACIE COMUNALI 1 sharebot_monza
sharebot_monza
UNIABITA DAL 23/10/2020 MC DONALD\'S DAL 13 NOVEMBRE SALA ASSICURAZIONI PROFESSIONE CASA PROMO DAL 7/09

Nordmilano24

News

Imprese: la green economy può aiutare contro la crisi

Imprese: la green economy può aiutare contro la crisi
novembre 17
08:30 2020

SCENARI La green economy sta prendendo sempre più piede nel mondo e, in un periodo storico in cui cercare di vivere in modo sostenibile sta diventando indispensabile, sempre più persone stanno adottando uno stile di vita attento alle conseguenze sull’ambiente. In un contesto di questo tipo, dunque, è necessario anche per le imprese stare al passo coi tempi.
Finalmente essere green per le aziende viene considerata una necessità e assumere un modello di economia circolare è un valore. Puntare sull’economia verde diventa un passaggio essenziale anche per rilanciare l’economia nazionale dopo la crisi causata dell’emergenza sanitaria da coronavirus.

Cosa si intende per green economy? Perché è utile?

La green economy consiste nel concreto nel diminuire le emissioni di CO2 e parallelamente nel prestare la massima attenzione all’impatto ambientale, riducendo di conseguenza i propri consumi. Scegliere questo tipo di economia comporta notevoli vantaggi in ottica di risparmio ma anche di occupazione: gli occupati nel settore sono circa tre milioni e si stima che siano destinati ad aumentare. E non è tutto, perché uno studio condotto dalla Harvard Business School rivela che le aziende che scelgono di inserirsi all’interno dell’economia verde risultano avere un profitto maggiore rispetto ai concorrenti che non prediligono la stessa opzione. Inoltre, assumere uno stile di vita aziendale che punti alla sostenibilità migliora la reputazione della propria impresa all’interno del pubblico: è quello che si definisce brand reputation e che si sviluppa grazie ai cosiddetti consumatori consapevoli, i quali prestano particolare attenzione alle condizioni di produzione di un determinato bene.

Gli step indipensabili in ottica green

Dunque, cosa è possibile fare nel concreto? È necessario seguire alcuni accorgimenti in modo da rendere la propria attività ecosostenibile e il più possibile coerente con il modello di economia circolare:

  • Per perseguire questo obiettivo, prima di tutto è necessario utilizzare fonti di energia rinnovabile: ad esempio installando dei pannelli fotovoltaici per alimentare la propria azienda, oppure prestando particolare attenzione alle offerte sulla luce destinate alle imprese, che abbiano cura di fornire energia principalmente attraverso l’uso di fonti rinnovabili.

  • Essenziale risulta limitare l’emissione di rifiuti, ad esempio non installando nella propria azienda i distributori automatici, che comportano un notevole utilizzo di plastica, e invitando i propri dipendenti a fornirsi di thermos, tazze e alimenti fatti in casa.

  • All’interno degli uffici si utilizza molta carta: se non è possibile eliminare completamente l’impiego di quest’ultima, almeno è importante optare per l’utilizzo di carta riciclata e ricordarsi di stampare fronte/retro.

  • Una mossa vincente è indubbiamente investire in materiali riciclati o ecocompatibili, come ad esempio le stampanti di ultima generazione, le quali sono pensate in modo da ottimizzare il lavoro e ridurre l’impiego di carta.

  • In un mondo in cui la tecnologia va avanti veloce come un treno è importante non dimenticare quali strumenti abbiamo a nostra disposizione: l’utilizzo di dispositivi smart può aiutare a ridurre ulteriormente gli sprechi.

Imprese: la green economy può aiutare contro la crisi - overview

Sommario: Alcuni modelli di vita sostenibili

Tags
Share

Autore

Angelo De Lorenzi

Angelo De Lorenzi

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube