Sab. 16 Ott. 2021
HomeAttualitàSesto San Giovanni, scuola: 400mila euro per interventi in vista della riapertura

Sesto San Giovanni, scuola: 400mila euro per interventi in vista della riapertura

[textmarker color=”E63631″] SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] 400mila euro per far ripartire le scuole in totale sicurezza secondo le norme anti-Covid. La giunta Di Stefano ha deliberato lo stanziamento dei fondi strutturali europei previsti dal Piano operativo nazionale da utilizzare per gli interventi di adeguamento e adattamento funzionale degli spazi e delle aule delle scuole cittadine e per la fornitura di nuovi arredi in vista della riapertura di settembre che interesserà 6500 studenti sestesi.

Nelle scorse settimane l’Amministrazione aveva aperto un tavolo di confronto con i presidi degli Istituti della città per comprendere le necessità specifiche di ogni singola struttura e studiare insieme le soluzioni migliori per garantire la ripresa in sicurezza: “In base a quanto emerso dai sopralluoghi svolti – ha spiegato il sindaco Di Stefano – abbiamo messo a punto un progetto molto dettagliato che ci consentirà di soddisfare le richieste delle scuole con interventi mirati e necessari per riprendere le lezioni a settembre nel pieno rispetto delle misure anti-covid. Abbiamo previsto interventi edilizi in tutti gli istituti, oltre all’acquisto di banchi, cattedre, lavagne, armadi, sedie per adattare gli spazi e renderli funzionali”.

300mila euro dei fondi stanziati verranno impiegati per interventi edilizi. Di questi, 50 mila saranno destinati alle materne, 100mila euro alle scuole elementari e i restanti 150mila alle scuole medie. Negli spazi interni – dove necessario – verranno rimossi e spostati gli arredi superflui dalle aule, abbattuti i tavolati per ampliare e creare nuovi spazi destinati ad ospitare le classi, mentre nelle aree esterne verranno sistemati i giochi, potate piante, siepi e arbusti, creati nuovi vialetti di collegamento. Sono inoltre previsti interventi manutentivi all’interno degli spazi scolastici, funzionali ad aumentare il distanziamento interpersonale, al fine di eliminare pericoli per gli studenti, sistemando porte, maniglie e finestre. In alcuni istituti saranno anche sistemati e riaperti accessi secondari alle strutture.

I restanti 100mila euro – 60mila per le materne e gli altri 40mila ripartiti in misura uguale per medie ed elementari – saranno destinati all’acquisto di nuovi arredi, in particolare banchi, tavoli, cattedre, tavoli per la mensa, sedie, armadi e armadietti per il personale docente, ma anche lavagne e appendini, necessari per ottimizzare e redistribuire gli spazi in modo da poter garantire il rispetto delle norme anti-Covid.

 

 

ARTICOLI CORRELATI