AMF - FARMACIE COMUNALI 1 FA - DISINFEZIONE - SANIFICAZIONE ANFFAS NMA feb2018 PROMO FINO AL 31 LUGLIO sharebot_monza
sharebot_monza
PROFESSIONE CASA SALA ASSICURAZIONI Cinifabrique MCDONALD\'S
MCDONALD\'S

Nordmilano24

News

Cinisello, la scomparsa di Angelo Meroni “cinisellese d.o.c”

Cinisello, la scomparsa di Angelo Meroni “cinisellese d.o.c”
aprile 30
09:59 2020

CINISELLO BALSAMO – E’ scomparso nella giornata di ieri Angelo Meroni, 71 anni, persona nota a Cinisello Balsamo, imprenditore, attivo nel sociale. Lascia la moglie e due figli.

Lo ricorda Stefano Gandini, legato a lui da profonda amicizia: “E’ stato Angelo, da sempre legato a mio zio Peradel (Mario Villa) e a mio papà Luciano, a farmi da padrino nell’ingresso dei Lions Club di Cinisello Balsamo ed è stato lui con Lino Riva a fare nascere e crescere negli ultimi 15 anni la tradizione della Cena dei Cinisellesi (Pescaluna) nel giorno “dell’Uffizi”. Amava molto il calcio, e mi ricordo quando con tutta la compagnia del Bar Palladini mi portava a San Siro a vedere il nostro Milan di Pierino Prati”.

“Cinisellese d.o.c. prosegue Gandini, da tanti conosciuto come Angelo Marsa Matrouh, soprannome che agli inizi del secolo scorso era stato accostato alla sua famiglia da quando un suo ascendente aveva allora partecipato alla guerra dell’Africa orientale e che lo vide partecipe in alcune azioni belliche proprio in quella città dal nome così strano ma che una volta tornato nei suoi racconti faceva così presa nella Cinisello contadina di allora. Da allora sia suo padre che tutti i famigliari venivano identificati con questo soprannome di Marsa Matrhouh e ne identificavano anche la denominazione delle attività artigiane e commerciali che la famiglia Meroni ha da sempre intrapreso a Cinisello”. (A destra, Stefano Gandini con Angelo Meroni).

La figura di Angelo Meroni è stata ricordata anche dal sindaco Giacomo Ghilardi, sulla sua pagina Facebook: “Cinisello piange la scomparsa di Angelo Meroni, cinisellese doc da generazioni, imprenditore locale molto attento al sociale e all’associazionismo, grande innamorato della sua città e fortemente legato alle tradizioni, milanista sfegatato con cui si è sempre scherzato sul derby. Cinisello non ti scorderà e ti vorrà sempre bene”.

A fine degli anni ’60 Meroni, pur appena ventenne per la morte precoce del padre prese le redini dell’attività di famiglia, di commercio di rottami e metalli che ha visto il suo sviluppo proficuo soprattutto a cavallo degli anni’70 – ‘ 80.

Erano anni in cui Angelo grazie alla crescita della sua attività commerciale che permetteva opportunità di lavoro e il suo attaccamento alle sue radici cinisellesi riusciva a diventare sempre più  una figura ben conosciuta in città e nel Nord Milano. Negli anni successivi anni ’90 a fianco dell’attività di commercio di rottami avviò anche una importante attività di spurghi che ancora oggi viene portata avanti dai figli.

 

 

 

Cinisello, la scomparsa di Angelo Meroni “cinisellese d.o.c” - overview

Sommario: La scomparsa di Angelo Meroni

Tags
Share

Autore

Angelo De Lorenzi

Angelo De Lorenzi

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube