PROFESSIONE CASA
PROFESSIONE CASA
sharebot_monza
sharebot_monza
NMA feb2018 MCDONALD\'S
MCDONALD\'S
Cinifabrique ZOO CLUB
ZOO CLUB

Nordmilano24

News

Sesto San Giovanni, La Nostra Famiglia: genitori in prima linea con i dipendenti per il rinnovo del contratto

Sesto San Giovanni, La Nostra Famiglia: genitori in prima linea con i dipendenti per il rinnovo del contratto
febbraio 13
11:17 2020

SESTO SAN GIOVANNI Tutto rinviato al 19 febbraio, giorno in cui i vertici dell’Associazione La Nostra Famiglia si riuniranno nuovamente con le delegazioni sindacali per riportare quanto deliberato dal Consiglio di amministrazione circa gli sviluppi della trattativa per il rinnovo contrattuale, dopo la battuta d’arresto dello scorso 27 gennaio. Questo l’esito della riunione di martedì avvenuta a Roma tra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti de La Nostra Famiglia, durante la quale i delegati sindacali hanno richiesto che l’associazione revochi formalmente quanto deciso, ovvero l’applicazione unilaterale, a decorrere dal 01 febbraio 2020, a tutto il personale non medico operante nei vari centri Italiani, del CCNL Aris per la riabilitazione sottoscritto nel 2012.

Un rinnovo contrattuale atteso da 13 anni, la cui definizione sembrava essere praticamente conclusa, fino all’inaspettato stop dello scorso 27 gennaio quando i vertici dell’Associazione La Nostra Famiglia hanno comunicato nero su bianco alle OO.SS. nazionali e territoriali la decisione di non voler procedere nella direzione del rinnovo del CCNL sanità privata, ma di applicare tout court il CCNL Aris per la riabilitazione. Questo dopo mesi di incontri e tavoli di trattative per il rinnovo contrattuale in cui l’Associazione ha sempre preso parte, motivo per cui, per dipendenti e sindacati, resta inspiegabile il suo dietro front.

“Abbiamo evidenziato che non condividiamo l’insussistenza delle motivazioni di ordine economico avanzate dalla delegazione dell’Associazione, alla luce degli impegni di Governo e Conferenza Stato Regioni sugli incrementi al sistema del privato convenzionato” fanno sapere i sindacati in una nota, sottolineando la disponibilità ad avviare congiuntamente un confronto laddove dovessero emergere problemi con le Regioni interessate e aggiungono che “qualora l’azienda dovesse procedere unilateralmente, non potremmo che chiedere la piena applicazione di tutto quanto verrà concordato nel nuovo CCNL della sanità privata”, che di fatto non determinerebbe alcun tipo di risparmio facendo cadere le motivazioni economiche messe sul tavolo del confronto.

L’applicazione del nuovo tipo di inquadramento contrattuale, secondo i sindacati, rischierebbe di compromettere il livello qualitativo dei servizi offerti alle famiglie, considerando che l’Associazione La Nostra Famiglia si dedica alla cura e alla riabilitazione delle persone con disabilità soprattutto in età evolutiva, in 27 sedi – tra cui Sesto San Giovanni – dislocate in 6 regioni. Un lavoro dove il rapporto umano fa la differenza: “Per noi operatori significa una perdita contrattuale, non soltanto economica ma anche normativa, con un aumento delle ore, che passerebbero da 36 a 38, senza adeguamento retributivo, fatto che non può certo apportare un miglioramento della professionalità e dell’attenzione necessarie alle prestazioni fornite – spiega una delegata Cisl– Il rispetto e il riconoscimento degli operatori è fondamentale, ancor più in una professione in cui all’eccellenza riconosciuta in tutta Italia si accompagna umanità ed empatia”.

A seguito del mancato accordo del 27 gennaio scorso le segreterie dei sindacati territoriali e i dipendenti delle sedi lombarde hanno attivato un presidio permanente e indetto lo stato di agitazione, ma niente scioperi perché i bambini vengono prima di tutto: “Come dipendenti abbiamo iniziato uno stato di agitazione però garantendo il nostro lavoro agli utenti, per cui ci siamo limitati a mettere striscioni, a scrivere lettere ai dipendenti da consegnare ai genitori dei bambini per sensibilizzarli su quanto sta accadendo”.

Ma sono proprio i genitori in prima linea con i lavoratori de La Nostra Famiglia, che in tutta Italia stanno sostenendo chi quotidianamente si occupa con dedizione dei loro figli: “Si sono mostrati molto solidali con noi e hanno avviato una petizione per poterci aiutare oltre ad aver creato la pagina facebook UNITI PER LA NOSTRA FAMIGLIA – racconta una terapista – Addirittura in alcune sedi più grandi dove è stato fatto il presidio, che si fa alternandosi ad ore, i genitori sono andati in presidio con i dipendenti”. Un bel segnale: “Siamo felicissimi di quello che stanno facendo i genitori per noi, un po’ meno per quello che sta facendo La Nostra Famiglia”.

 

Sesto San Giovanni, La Nostra Famiglia: genitori in prima linea con i dipendenti per il rinnovo del contratto - overview

Sommario: Sesto San Giovanni, La Nostra Famiglia: genitori in prima linea con i dipendenti per il rinnovo del contratto

Tags
Share

Autore

Micol Mule

Micol Mule

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube