NMA feb2018 Cinifabrique ZOO CLUB
ZOO CLUB
CONVEGNO DIALOGHI DEL NORDMILANO
CONVEGNO DIALOGHI DEL NORDMILANO
sharebot_monza
sharebot_monza

Nordmilano24

News

Cinisello Balsamo, attenzione alla falsa prescrizione. Sui solleciti di pagamento interviene l’Assessore

Cinisello Balsamo, attenzione alla falsa prescrizione. Sui solleciti di pagamento interviene l’Assessore
gennaio 13
11:58 2020

CINISELLO BALSAMO – Gli avvisi inviati dall’Amministrazione comunale sono un atto dovuto, non una scelta a esclusivo carattere politico. Così l’Assessore al Bilancio e Tributi di Cinisello Balsamo, Valeria De Cicco, a fare chiarezza sui solleciti di pagamento in distribuzione nei giorni scorsi a Cinisello destinati a molti cittadini che non sono risultati in regola con i Tributi locali, Tari e Imu soprattutto, degli anni precedenti.

Una precisazione dovuta quella dell’Assessore, a sgomberare il campo da pericolosi equivoci: “Si fa riferimento a pagamenti di Tributi Locali non avvenuti da parte dei cittadini a partire dal 2014 al 2017 e mai richiesti dalle Amministrazioni precedenti per un ammontare di circa 6 milioni di euro”, ha spiegato De Cicco che ha fatto chiarezza anche in merito al tema della prescrizione – sollevata dall’opposizione – per la quale vale il principio della “scissione di notifica”, ovvero “l’atto notificato a mezzo servizio di posta si perfeziona per il notificante nel momento in cui lo stesso viene affidato nelle mani dell’organo deputato alla consegna, mentre per il destinatario al momento della ricezione”.

Su questo argomento la giurisprudenza non lascia spazio a dubbi, come testimoniano numerose sentenze della Cassazione, perciò – con buona pace dei cittadini – le comunicazioni inviate dall’Amministrazione comunale restano valide perché la consegna agli uffici postali è stata effettuata prima del 31/12/2019.

Una specifica che si rende necessaria anche a seguito dell’invito che il Pd ha rivolto ai cittadini dalla sua pagina Fb, ricordando che le richieste delle tasse cadono in prescrizione dopo 5 anni, pertanto “se la notifica dell’accertamento 2014 è avvenuta a gennaio 2020 quella contestazione può risultare prescritta e non dovuta”.

Secondo il Sindaco Giacomo Ghilardi si tratta di strumentalizzazioni: “segno di irresponsabilità dell’opposizione perché, oltre ad aver generato il problema con una totale assenza di controllo, costituiscono un danno per i cittadini, che se non si mettono in regola con i pagamenti rischiano di dover pagare due volte”, e aggiunge “L’obiettivo che ci siamo dati è quello di contrastare il fenomeno del mancato pagamento delle tasse locali, che servono per coprire il costo dei servizi erogati dal Comune, a garantirne il numero e la qualità e a rispondere ai crescenti bisogni che emergono dalla Comunità”.

È possibile che alcuni arretrati siano dovuti a dimenticanze o ad errori materiali, per questo, fanno sapere dal Comune, i cittadini potranno rivolgersi agli Uffici competenti – in orario di sportello – per effettuare verifiche e richiedere chiarimenti, anche se al momento non risultano errori nelle emissioni. Inoltre, come previsto dalla Legge di Bilancio, per agevolare i soggetti in difficoltà sarà possibile applicare delle forme di flessibilità come la rateizzazione dei pagamenti.

 

Cinisello Balsamo, attenzione alla falsa prescrizione. Sui solleciti di pagamento interviene l’Assessore - overview

Sommario: Cinisello Balsamo, attenzione alla falsa prescrizione. Sui solleciti di pagamento interviene l'Assessore

Share

Autore

Micol Mule

Micol Mule

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube