Lun. 15 Ago. 2022
HomeAppuntamentiSesto San Giovanni rende omaggio ad Alda Merini nel decimo anniversario della...

Sesto San Giovanni rende omaggio ad Alda Merini nel decimo anniversario della scomparsa

[textmarker color=”E63631″] SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] “Il Poeta raccoglie i dolori e i sorrisi e mette assieme tutti i suoi giorni in una mano tesa per donare, in una mano che assolve perché vede il cuore di Dio” così, in un estratto, scriveva Alda Merini di cui il prossimo 1° novembre ricorre il decimo anniversario della morte.

Anche Sesto San Giovanni renderà omaggio alla memoria della “poetessa dei Navigli” con una serata a lei dedicata organizzata per martedì 29 ottobre alle ore 21 allo Spazio Contemporaneo Carlo Talamucci di Villa Visconti d’Aragona.

Riconosciuta come una tra le più grandi poetesse italiane, nota a livello internazionale e più volte proposta per il Nobel per la Letteratura, Alda Merini è stata capace di sublimare nella propria vasta produzione poetica le esperienze della propria vita, segnata profondamente dalla sofferenza e dalla malattia.

In più occasioni il percorso artistico di Alda Merini si è intrecciato con la città di Sesto San Giovanni, dove è stata protagonista di diverse manifestazioni organizzate dall’Amministrazione, tra cui l’evento “Foglia di Dio”, in cui la poetessa ha condiviso il palco con l’attrice Valentina Cortese. Era il 18 dicembre 2005 e l’evento fu rappresentato in anteprima assoluta per essere poi presentato in Duomo, a Milano, qualche mese più tardi.

Durante la serata, a cura dall’associazione culturale “Nino Rota Ensemble”, la figura e la poesia di Alda Merini verrà tratteggiata da Aldo Colonnello, autore del libro “La poetessa dei Navigli” e suo amico personale negli ultimi anni di vita della poetessa.

Racconti, aneddoti e letture di testi poetici accompagnati dal pianoforte del Maestro Pietro Bonadio si alterneranno a videotestimonianze in cui celebri personaggi del mondo culturale e dello spettacolo dedicheranno un ricordo alla poetessa scomparsa.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti

 

 

ARTICOLI CORRELATI