Lun. 06 Dic. 2021
HomeAttualitàGli orti del Parco Nord si rinnovano: apertura anche ai giovani

Gli orti del Parco Nord si rinnovano: apertura anche ai giovani

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Il Parco Nord rinnova i suoi 800 orti, distribuiti su tutto il territorio. Nel 2019 cambiano infatti le modalità di gestione.

Il processo per gestire i 13 nuclei ortivi, suddivisi tra Milano, Bresso, Sesto, Cinisello e Cormano, si sposta sul web: con questo sistema la persona interessata alla coltivazione di un orto del Parco può seguire attivamente il tracciato degli aspetti amministrativi legati alla conduzione dell’appezzamento ortivo. L’iscrizione alle graduatorie per l’assegnazione degli orti del Parco Nord è disponibile a questo link: cliccare qui.

L’adeguamento informatico non è però l’unico cambiamento che avverrà tra gli orti del parco. Il nuovo regolamento prevede ad esempio che gli appezzamenti ortivi non sono dati solo ai pensionati bensì anche a a donne e uomini che lavorano o che sono disoccupati, a giovani o a gruppi che intendano lavorare insieme ad un progetto: l’unico requisito è essere maggiorenni e risiedere in uno dei Comuni soci del Parco o, nel caso di Milano, nel Municipio 9. In modo particolare questa apertura verso i giovani ha uno specifico obiettivo: “Perché a essere coltivate – hanno fatto sapere dal Parco Nord – non sono solo le verdure, ma anche le relazioni e il senso di comunità. Mediante la coltivazione degli orti il Parco promuove la partecipazione e l’aggregazione, favorisce lo sviluppo del senso di responsabilità e del “prendersi cura”, facilita lo scambio delle conoscenze e delle competenze in un clima di convivialità”.

ARTICOLI CORRELATI