Dom. 14 Lug. 2024
HomeAttualitàSesto, il Tar annulla lo sfratto di una famiglia in sublocazione

Sesto, il Tar annulla lo sfratto di una famiglia in sublocazione

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “E’ un primo stop all’arroganza dell’assessore e capo ripartizione che, prima sono stati avvisati dell’illegalità dell’atto emesso contro 54 famiglie in sub-locazione, poi sono stati diffidati dal mettere in atto la revoca e ora sono stati condannati al pagamento delle spese processuali”. Così l’Unione Inquilini di Sesto San Giovanni ha commentato la sentenza del Tar della Lombardia che in data 21 giugno ha annullato la revoca dell’assegnazione nei confronti di una famiglia ricoverata in sublocazione in viale Casiraghi 600.

Di fatto si tratta della revoca dello sfratto per la famiglia che come altre ha avuto l’alloggio in sublocazione dal Comune. “Speriamo di non essere costretti ad impugnare i 53 provvedimenti rimanenti. Il campo d’intervento del sindacato non sono i tribunali, sono le assemblee e le trattative, ma di fonte alla proterbia di certi rappresentanti delle istituzioni siamo in grado di difendere i diritti degli inquilini anche in sede legale”, dicono ancora dal sindacato degli inquilini.

“Quello che ci auguriamo é che il dialogo e il confronto fattivo con l’amministrazione di Sesto possa prendere finalmente l’avvio perché la situazione abitativa in città è drammatica. Quello che chiediamo è  un piano casa che sappia dare una risposta immediata alle famiglie che hanno già subito lo sfratto e che preveda interventi di più ampio respiro per affrontare il problema con un minimo di programmazione. Quello che chiediamo è l’assunzione del problema casa da parte di una amministrazione che fino ad ora ha messo in atto solo iniziative contro le famiglie in difficoltà”, chiudono i portavoce dell’Unione Inquilini di Sesto.

ARTICOLI CORRELATI