Dom. 23 Gen. 2022
HomeCinisello BalsamoCinisello, dispetti e accuse nel ballottaggio per l'elezione del sindaco

Cinisello, dispetti e accuse nel ballottaggio per l’elezione del sindaco

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Scambi di accuse, ma anche dispetti e atti vandalici ad aprire l’ultima settimana di campagna elettorale a Cinisello Balsamo. Sabato mattina Siria Trezzi si è svegliata con la telefonata di alcuni attivisti che l’avvertivano di atti vandalici ai suoi manifesti. Qualcuno aveva incollato sulla sua immagine dei biglietti infamanti e offensivi. Tutti i biglietti sono stati rimossi nel giro di qualche ora, ma rimane l’amarezza per questo gesto.

Domenica gli attivisti di Giacomo Ghilardi hanno segnalato che un’automobile girava per le vie di Cinisello con un megafono che gridava a tutto volume “vota Trezzi”. Uno strumento di propaganda che è vietato e punibile addirittura con l’arresto.

Da giorni i due candidati al ballottaggio, Siria Trezzi per il centro sinistra e Giacomo Ghilardi per il centro destra, si scambiano accuse via Social. E da giorni Siria Trezzi chiede al suo avversario un confronto oche non arriva. Domenica si è fatta fotografare su una sedia in piazza Gramsci, con accanto una sedia vuota.

ARTICOLI CORRELATI