Mer. 19 Gen. 2022
HomePoliticaSicurezza, record di allontanamenti a Sesto, ma nemmeno un Daspo urbano

Sicurezza, record di allontanamenti a Sesto, ma nemmeno un Daspo urbano

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Non sappiamo se Sesto San Giovanni detenga un record, ma di certo è uno dei Comuni che ha applicato con maggior rigore il decreto Minniti”.

Con queste parole il sindaco di Sesto Roberto Di Stefano ha commentato il bilancio nazionale in merito all’applicazione della legge Minniti per la sicurezza nelle città. In 4 mesi, spiega il sindaco, sono stati posti in essere 150 allontanamenti grazie alle ordinanze anti-accattonaggio, contro il commercio abusivo e contro i bivacchi. “Un’azione che, grazie all’infaticabile supporto della Polizia Locale e delle Forze dell’Ordine prosegue quotidianamente. Senza mai abbassare la guardia”.

Tuttavia, ai 15o provvedimenti di allontanamento (della durata di 48 ore), non è corrisposto nemmeno un Daspo, perché il Questore non ha mai ritenuto queste persone così pericolose da attuare a pieno la norma.

Secondo i dati forniti dall’Associazione dei Comuni d’Italia, sono circa 220 le ordinanze emesse soltanto nei capoluoghi di provincia, a sette mesi dalla conversione in legge del decreto Minniti sulla sicurezza urbana che ha rafforzato i poteri dei sindaci. Mentre, dagli ultimi dati del Viminale aggiornati a metà settembre, sono già 700 gli allontanamenti e 80 i Daspo urbani sul territorio nazionale. 

ARTICOLI CORRELATI