Sab. 25 Mag. 2024
HomeCultura e SpettacoloSesto, valori a scuola: torna l'Educazione Civica sui banchi degli istituti comunali

Sesto, valori a scuola: torna l’Educazione Civica sui banchi degli istituti comunali

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Buona educazione, gratitudine, coraggio, rispetto, perdono, amore, gentilezza, onestà, impegno. Di cosa si tratta? Di nuove materie che verranno insegnate nelle scuole di Sesto San Giovanni. Lo fa sapere il Comune che annuncia infatti che, su proposta dell’assessore all’Educazione Angela Tittaferrante, la giunta comunale ha deliberato mercoledì mattina l’adesione al progetto “Valori a scuola” che prevede la realizzazione di attività formative di promozione e diffusione dei valori nelle scuole primarie e secondarie della città.

In pratica si tratta di riportare l’Educazione Civica sui banchi di scuola. “Ideato e promosso dall’Associazione Le Ali Morali, il progetto ha la finalità di dotare gli studenti di semplici strumenti che abbiano la capacità di incidere in modo diretto sulle loro scelte di vita attuali e future. I valori su cui viene richiamata l’attenzione in modo creativo sono: Gratitudine, Coraggio, Rispetto, Perdono, Amore, Generosità, Gentilezza, Ottimismo, Onestà, Impegno, Integrità e Pazienza. Il progetto stimola la conversazione e l’approfondimento su dodici azioni virtuose e sui loro opposti, integrando contenuti didattici, multimedialità e social network”, si legge nella nota del Municipio.

“Ci lamentiamo spesso della scarsa educazione dei giovani – commenta l’assessore all’Educazione Angela Tittaferrante -. Oggi diventa finalmente realtà un mio preciso impegno preso anni fa: organizzare iniziative di educazione basate sui valori. L’obiettivo è dare spazio ad un percorso per contrastare le discriminazioni e diffondere l’educazione civica nelle scuole. Intendiamo sviluppare questa iniziativa su due piani di intervento: il piano sociale, partendo dalle situazioni di disagio o legate ad atti discriminatori e il piano educativo, con l’analisi di istanze e bisogni, intervenendo sulla base di situazioni reali e non teoriche. Nel tempo, infatti, ci siamo resi conto che focalizzarci solo su singoli aspetti critici del mondo giovanile (discriminazioni, problemi di droga e alcool, il fumo, il bullismo o il cyberbullismo) può non essere incisivo, se non si tenta un approccio globale sulla formazione della persona nella sua interezza, attivando percorsi virtuosi basati su valori universali”.

I promotori dell’accordo di rete sono l’Istituto professionale per servizi enogastronomici e alberghieri Carlo Porta di Milano, l’Associazione scuole professionali Giuseppe Mazzini di Cinisello Balsamo, l’Istituto Eugenio Montale di Cinisello Balsamo, il Centro di istruzione e formazione professionale del Piambello di Bisuschio (VA). La giunta si è impegnata a promuovere il progetto nelle scuole di Sesto San Giovanni da questo anno scolastico.

ARTICOLI CORRELATI