Sab. 16 Ott. 2021
HomeAttualitàVaccini e iscrizione a scuola: obblighi e multe. E Regione Lombardia concede...

Vaccini e iscrizione a scuola: obblighi e multe. E Regione Lombardia concede una proroga

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – A pochi giorni dall’avvio delle lezioni e dall’apertura di asili e scuole, tiene banco anche nel Nordmilano la discussione sul Decreto Vaccini e sulle nuove norme che regolano l’iscrizione dei bambini negli istituti comunali.

Il decreto, tramutato in legge il 28 luglio scorso, prevede una diminuzione del numero delle vaccinazioni obbligatorie, che sono: antipolio, difterite, tetano, epatite B, pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, parotite, rosolia e varicella. Quattro invece i vaccini consigliati, anche in base all’anno di nascita dei bambini, perché alcuni sono già stati inseriti nei piani vaccinali regionali in passato e quindi i bambini li hanno già avuti, sono: antimeningococco B e C, anti-pneumococco e anti-rotavirus.

I vaccini sono obbligatori, pena la possibile mancata iscrizione, per il nido e materna, quindi da 0 a 6 anni. Non è così per il resto della scuola dell’obbligo. Dai sei anni, i ragazzi sono ammessi alle scuole, tuttavia i genitori che non ottempereranno agli obblighi vaccinali saranno chiamati a pagare una sanzione compresa tra i 500 a 3.500 euro.

Sul tema è intervenuto anche Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia. “L’11 settembre nessun bambino rimarrà a casa. Abbiamo predisposto una procedura, che verrà approvata dalla giunta lunedì prossimo, che consentirà anche a coloro che non presenteranno alcuna documentazione entro il 10, di usufruire di un percorso che li porti a recuperare i dubbi e le resistenze”. L’atto promesso da Regione Lombardia arriva dopo che il Ministero della Salute, il 16 agosto scorso, aveva ribadito in modo chiaro che tutta la documentazione deve essere consegnata alle scuole entro il 10 settembre (31 ottobre per la scuola dell’obbligo).

In pratica la Regione Lombardia concede una proroga di 40 giorni che consentirà a tutte le famiglie di mettersi in regola senza l’angoscia e il rischio che i figli siano lasciati a casa da nidi e materne. I genitori dei bambini in regola con le vaccinazioni dovranno solamente presentare l’autocertificazione compilata sul modulo scaricabile dai siti internet di Regione Lombardia, Ats e Asst o direttamente nelle scuole.

Altre info preziose a questo link: cliccate qui.

ARTICOLI CORRELATI