Lun. 20 Mag. 2024
HomeCronacaSesto, 30 daspo in una settimana. E da oggi arriva l'esercito

Sesto, 30 daspo in una settimana. E da oggi arriva l’esercito

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Le decisioni del sindaco Di Stefano e della giunta in materia di sicurezza stanno portando frutto a Sesto San Giovanni. In una settimana sono stati firmati già trenta Daspo urbani.

“Ha raggiunto quota trenta, in meno di una settimana, il numero dei Daspo urbani, con allontanamento dal territorio cittadino, effettuati nei confronti di chi fa accattonaggio, bivacca o pratica vendite abusive a Sesto San Giovanni”, commenta Roberto Di Stefano. “Oltre ai daspo, che prevedono l’allontanamento dal territorio comunale, bisogna registrare anche alcuni accompagnamenti in Questura a Milano per l’espulsione dell’Italia. La nostra azione è mirata a rafforzare gli interventi per contrastare il degrado urbano. Mi auguro che altri sindaci, a partire da quello di Milano, Giuseppe Sala, facciano lo stesso”.

Nell’atto siglato dal Sindaco “è fatto divieto di praticare commercio illegale ed abusivo”, di “mendicare e porre in essere qualsiasi forma di accattonaggio” e di “bivaccare negli spazi pubblici, nei giardini, all’esterno di esercizi pubblici e commerciali ed in tutti i luoghi frequentati dai cittadini, ponendo in essere comportamenti che determinano lo scadimento della qualità urbana, quali la consumazione di bevande alcoliche, l’espletamento di bisogni fisiologici a cielo aperto, l’occupazione del suolo, l’intralcio per il libero transito e la molestia a cittadini, in particolare donne e anziani”.

Oggi è il giorno dell’esercito a Sesto. Dalle 7 di questa mattina alla stazione ferroviaria di Sesto San Giovanni inizia il proprio servizio la prima pattuglia mista composta da personale dell’esercito e delle forze dell’ordine. “Confermiamo la massima attenzione sui temi della sicurezza e sul controllo del territorio – conclude il sindaco Di Stefano -, l’esercito, a sostegno delle forze dell’ordine, è un passo in avanti per garantire presenza e controlli adeguati in città. Continuiamo a lavorare nell’interesse dei sestesi per una Sesto più sicura”.

ARTICOLI CORRELATI