Ven. 28 Gen. 2022
HomeCinisello BalsamoPala K, accampamenti nomadi e sicurezza: il Comune pensa di abbatterlo

Pala K, accampamenti nomadi e sicurezza: il Comune pensa di abbatterlo

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Invaso dai nomadi e pericoloso perché a rischio crollo. Stiamo parlando del Pala K di Cinisello Balsamo, l’ex kartodromo green nel quale correvano mezzi elettrici. Due mesi fa circa il tendone di viale Matteotti, ben visibile anche dalla Statale 36, era stato distrutto da un incendio: resta ancora in piedi, con i segni ben visibili dell’incidente che ha strappato il telo e ridotto in cenere parte dei manufatti interni, ma il Comune sta meditando di abbatterlo per motivi di sicurezza.

Da un lato c’è la possibilità che diventi un luogo occupato abusivamente dai nomadi che circolano nel Nordmilano. La scorsa settimana le forze dell’ordine di Cinisello hanno compiuto un sopralluogo e sgomberato un gruppo di famiglie che avevano preso possesso sotto il tendone e organizzato un piccolo accampamento. Dall’altro lato c’è il rischio che la struttura non regga, magari a qualche forte folata di vento: gli strappi sui teli e i danni strutturali infatti possono avere danneggiato fortemente la tensostruttura.

Così si pensa di smontarlo o abbatterlo. Si cerca di pensare a una soluzione veloce ed efficace. La dismissione rischia comunque di costare decine di migliaia di euro al Comune.

ARTICOLI CORRELATI