Mar. 21 Mag. 2024
HomeBressoTruffe agli utenti di un sito di incontri per comprare coca. Due...

Truffe agli utenti di un sito di incontri per comprare coca. Due arresti a Cinisello

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Arrestati mercoledì scorso per estorsione due italiani tossicodipendenti residenti a Cinisello. Si tratta di una donna di 28 anni e di un uomo di 29 anni, che avevano studiato un sofisticato sistema per ricattare ultracinquantenni che utilizzavano un sito per incontri.

I due ricattavano uomini che rispondevano agli annunci pubblicati sul sito, chiedendo più volte denaro e minacciandoli di avvisare moglie o fidanzata. In un anno i malviventi hanno raccolto oltre 50mila euro: poteva capitare che in un giorno chiedevano anche due volte denaro, 250 euro alla volta, alla stessa persona, intascando dalle 700 alle 1000 euro. Le vittime sarebbero oltre 50/60 ma non tutti hanno denunciato, per ora. Gli episodi sarebbero iniziati a fine 2015 e fino a 2016 ne sono stati registrati, al momento la Polizia ha raccolto alcune decine di denunce. I due avevano inserito un annuncio nel sito di incontri, estraneo ai fatti, con le foto di una ragazza il cui volto non era visibile e con associato il loro numero di telefono. Non rispondevano, ma prendevano nota del numero per associarvi un profilo Facebook. Quando possibile, poi, iniziavano a guardare la bacheca della persona che aveva chiamato, se c’erano fidanzate o mogli, la richiamavano per ricattarla.

Le prime due richieste di denaro erano di 250 euro, la terza di 100-150, la maggior parte delle denunce è stata fatta a seguito della terza “rata” richiesta. I due risiedono a Cinisello Balsamo, consumavano abitualmente cocaina, vivevano in un tugurio spendendo tutti i soldi per acquistare le dosi. Il telefono utilizzato per ricattare le vittime era nascosto in una calza posizionata in un interstizio nel bagno. Le indagini sono iniziate a seguito della denuncia di un 18enne di Milano ad agosto 2016 che si è rivolto alla Polizia molto spaventato per il ricatto subito, raccontando tutto agli agenti. Le vittime risiedono in tutto il centro e nord Italia, hanno dai 18 ai 77 anni. Tra le minacce subite c’era anche quella di picchiare moglie e figli. L’uomo ha precedenti per spaccio, la donna è incensurata, ora sono entrambi ai domiciliari. I cellulari dei due arrestati sono stati sequestrati e sottoposti ad opportuni accertamenti

foto simbolica

 

ARTICOLI CORRELATI