Mer. 10 Ago. 2022
HomeCinisello BalsamoPer i 30 anni la Cba Atletica di Cinisello si regala un...

Per i 30 anni la Cba Atletica di Cinisello si regala un nuovo progetto sociale

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Stagione di grandi soddisfazioni per la Cba Atletica, la squadra di Cinisello Balsamo che venerdì scoro ha celebrato il finale di stagione con una grande cena di Natale. Oltre 140 tra atleti, istruttori e genitori si sono ritrovati al ristorante La Fabbrica dei Sapori di Bresso per lo scambio degli auguri di Natale e per festeggiare i 30 anni di vita della società sportiva che opera nel centro sportivo Scirea con i suoi copersi di atletica leggera dedicati ai bambini e com le attività agonistiche dedicate agli adulti. Ospite d’onore Giovanni Trapattoni. Il tecnico ha applaudito gli atleti per la loro passione e per la dedizione alla fatica. Affascinato dall’atletica leggera, il Trap ha confessato di avere usato sempre la corsa come strumento per tenersi in forma. Negli ultimi tempi più volte ha frequentato la pista di atletica di via Cilea a Cinisello.

La scelta del ristorante non è stata casuale, perché la Cba Atletica ha stretto un accordo con la Fabbrica dei Sapori e il suo titolare Federico Desen Li per un progetto sociale realizzato in collaborazione. La Fabbrica dei Sapori ha accettato di finanziare un progetto sociale che prevede la formazione di istruttori e di atleti maggiorenni per l’utilizzo di un defibrillatore portatile. In questo modo, sul campo di allenamento di via Cilea, ci saranno sempre a disposizione più persone in grado di utilizzare l’apparecchio salvavita.

“Tra breve la legge imporrà la presenza dei defibrillatori negli impianti Sportivi, la Cba ha sempre avuto uno strumento a disposizione al campo di via Cilea, ma fino ad ora le uniche persone formate al suo uso sono stati gli istruttori – ha spiegato Giuseppe Mirarchi, presidente della Cba -. Ora, anche grazie alla collaborazione di Federico Desen Li, possiamo formare anche tutti gli atleti e i frequentatori maggiorenni, per estendere la coscienza della sicurezza sui campi di allenamento. Questa formazione consentirà ad ognuno di loro di essere preparato ad emergenze anche sul luogo di lavoro, a scuola o in città”.

ARTICOLI CORRELATI