Mar. 26 Ott. 2021
HomeEconomiaAbb rassicura i sindacati. E i lavoratori Marcegaglia occupano gli uffici

Abb rassicura i sindacati. E i lavoratori Marcegaglia occupano gli uffici

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Nessuna azione unilaterale da parte della multinazionale e l’intenzione di mantenere la propria presenza produttiva in Italia: sono questi i primi due impegni che le sigle sindacali al tavolo nella sede di Assolombarda di oggi, mercoledì 15 giugno, hanno ottenuto da Abb”.

E’ quanto si legge in una nota della Uilm Milano, a proposito dell’azienda che aveva annunciato l’identificazione di 351 esuberi colpendo in particolare gli stabilimenti di Sesto San Giovanni, Vittuone (150) e Lodi (28), nell’ambito di un doppio processo di ristrutturazione aziendale. Ieri si è infatti tenuto un nuovo incontro tra le parti e sono giunte alcune rassicurazioni a proposito dei lavoratori del sito sestese.

“Abbiamo ribadito ancora una volta alla multinazionale – sono le parole del segretario generale Uilm Milano Vittorio Sarti – come si debba ricorrere a tutti gli strumenti e gli ammortizzatori sociali possibili, partendo dalla cassa integrazione o dai contratti di solidarietà, solo per fare qualche esempio, prima di poter parlare di licenziamenti perché, in caso contrario, si andrebbe ad aprire ancora una piaga ulteriore nel già provato tessuto occupazionale ed economico del milanese: non possiamo permetterlo. Abb ha da parte sua riconfermato gli impegni già presi davanti al Ministero dello Sviluppo economico: la garanzia di non procedere ad azioni unilaterali e l’intenzione di mantenere la sua presenza produttiva in Italia”.

Ora c’è in programma un nuovo incontro al Ministero fissato per il 27 giugno prossimo. Intanto sarà sempre la sede di Assolombarda ad ospitare i prossimi 22 e 23 giugno un nuovo tavolo per Abb, mentre oggi, giovedì 16 giugno, nello stabilimento di Vittuone è in programma un’assemblea con le Rsu e i funzionari sindacali.

Intanto, a proposito di lavoro e di lavoratori a Sesto San Giovanni, ieri alcuni operai dello stabilimento Marcegaglia di Sesto hanno occupato gli uffici Marcegaglia buildtech di via Giovanni della Casa 12 a Milano, intorno alle 7 nel mattino.

“Qui devono venire a prenderci con i lagunari. Bloccheremo gli ingressi ad oltranza. Non usciamo più! Ci siamo portati le taniche con dentro del liquido verde. L’azienda ci ha inviato le lettere di trasferimento con 4 mesi di anticipo rispetto ai piani iniziali”, le dichiarazioni rilasciate alla stampa da un delegato Fom. L’azione è di protesta: “Siamo al secondo anno di cassaintegrazione e vorrebbero spostarci nella sede di Pozzolo Formigaro, vicino a Tortona, e pretendono che sia fatto con mezzi nostri. Fare avanti e indietro ogni giorno è impossibile per chi ha famiglia e per avere una vita dignitosa”, aggiunge il sindacalista.

 

ARTICOLI CORRELATI