Sab. 13 Lug. 2024
HomeIn evidenzaSesto nel Cuore sulle mense: "Il sindaco chieda scusa alla città"

Sesto nel Cuore sulle mense: “Il sindaco chieda scusa alla città”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Che il Tar annullasse il bando di gara delle mense scolastiche era pacifico ma la motivazione fa sobbalzare e dovrebbe portare il sindaco e la giunta a chiedere scusa alla città”. Dopo Forza Italia e Fratelli d’Italia anche la civica Sesto nel Cuore interviene nel dibattito politico sulla sentenza del Tar sull’appalto mense.

“Durante la seduta di consiglio comunale è stata messa in votazione una manifestazione d’intenti, dove alla luce delle motivazioni del Tar, si chiedeva al sindaco e alla giunta di procedere con la messa in mora, per una richiesta di risarcimento dei danni subiti dai cittadini sestesi, verso i responsabili del procedimento che ha originato il bando delle mense scolastiche annullato dalla giustizia amministrativa. L’esito è stato sconfortante; hanno votato contro il Pd, i Giovani Sestesi, i Democratici per il Cambiamento e la Federazione della Sinistra. E’ bene che i cittadini sappiano la verità e sappiano chi ringraziare di tale umiliante scelta per la città”, dicono in coro i consiglieri della civica Caponi, Lanzoni e Tittaferrante.

“Il sindaco, lontano anni luce dall’essere un primo cittadino super partes, equilibrato e capace di gestire la macchina amministrativa, ha dimostrato, ancora una volta, tutta la sua debolezza personale e politica chiudendo gli occhi di fronte ad un concreto problema di inefficienza e incompetenza della macchina comunale considerato l’esito disastroso dei tre principali bandi gestiti da questa amministrazione; quello sull’igiene urbana, quello sui Cdd e da ultimo l’odierno risultato del bando sulle mense scolastiche. Ora a pagare saranno i cittadini sestesi”.

ARTICOLI CORRELATI