Dom. 14 Lug. 2024
HomeCronacaIl Sistema Sesto è esistito, ma non c'è corruzione per Penati

Il Sistema Sesto è esistito, ma non c’è corruzione per Penati

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Ebbene, con riguardo a dette vicende si può dire che l’istruttoria dibattimentale, a parere del Collegio, ha provato l’esistenza del cosiddetto Sistema Sesto denunciato da Piero Di Caterina, da intendersi come ‘luogo di incontro’ tra gli interessi di imprenditori spregiudicati, pronti a ‘oliare’ gli ingranaggi della pubblica amministrazione sestese per realizzare speculazioni immobiliari milionarie. E’, peraltro, doveroso da subito evidenziare che in questo contesto né Di Caterina né Pasini hanno riferito in dibattimento di avere versato a Filippo Penati ‘tangenti’ per il compimento di atti a loro favorevoli da parte dello stesso o dell’amministrazione da lui presieduta quale sindaco”. Lo si legge nelle motivazioni dei giudici a proposito della sentenza emessa lo scorso 10 dicembre, quando Filippo Penati, ex sindaco di Sesto ed ex presidente della Provincia di Milano, venne assolto dall’accusa di corruzione.

In pratica, secondo i giudici, il cosiddetto Sistema Sesto è esistito ma Penati è estraneo ai fatti. Parte del testo messo nero su bianco dai giudici del Tribunale di Monza è stato riportato dal quotidiano Il Giorno in questo articolo: cliccate qui per leggere.

ARTICOLI CORRELATI