Ven. 03 Feb. 2023
HomeCinisello BalsamoArmi ai vigili, a Cinisello Rifondazione e Sel non ci stanno

Armi ai vigili, a Cinisello Rifondazione e Sel non ci stanno

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Sul tema delle armi ai vigili non si è fatta attendere la presa di posizione di Rifondazione Comunista e Sel (quest’ultimo presente in maggioranza ed espressione del sindaco che proviene dalle sue fila).

“Vigili armati: risposta sbagliata ad un problema reale”, è il titolo della lettera aperta alla città che i due partiti avevano presentato nei mesi scorsi quando il dibattito era assurto ai banchi della politica. Oggi che l’amministrazione comunale di centrosinistra (con all’interno la componente di Sel) ha deciso di armare i vigili, la segreteria di Rifondazione torna a proporre quella lettera con un semplice commento: “Noi continuiamo a pensarla così”.

Tra i passaggi più importanti: “Pensare che con l’armamento della polizia locale si ottenga maggiore sicurezza è da tempo, alla luce dei fatti, una scelta sbagliata. Si confondono persino i ruoli: al vigile urbano non è demandata la sicurezza pubblica, che spetta ad altre forze dell’ordine, e per questo l’adozione di un’arma dovrebbe essere intesa come strumento per la propria difese nell’esercizio del suo lavoro”. E poi ancora: “Il provvedimento in discussione rischia dunque di essere non solo demagogico e ininfluente per l’azione di prevenzione e repressione della violenza e della criminalità, ma anche insensatamente dispendioso”.

Ecco il testo completo della lettera:

12744549_10153775006820339_330257929036028819_n

ARTICOLI CORRELATI