Ven. 07 Ott. 2022
HomeCinisello BalsamoI ladri di rame lasciano ancora al buio il centro sportivo Scirea

I ladri di rame lasciano ancora al buio il centro sportivo Scirea

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Ladri di rame inarrestabili a Cinisello Balsamo dove nella notte tra lunedì e martedì scorso si è consumato l’ennesimo furto in una struttura pubblica: ancora una volta è stato preso di mira il centro sportivo Scirea di via Cilea, la più importante struttura sportiva a città. Nella notte tra lunedì 15 e martedì 16 febbraio, hanno fatto irruzione rubando i cavi in rame del campo di calcio e mettendo fuori uso la caldaia e l’impianto di illuminazione dell’intera struttura.

“Con questo ennesimo furto, in poche settimane i danni provocati dai ladri al Centro Sportivo Scirea raggiungono i 70 mila euro”, queste le parole di Luca Ghezzi, assessore alla Sicurezza e allo Sport del Comune di Cinisello Balsamo, nel commentare l’ennesimo atto vandalico. In pochi mesi sono stati strappati i cavi elettici che collegano i sistemi di illuminazione dei diversi campi di calcio. A rischio gli allenamenti serali delle squadre di calcio e di atletica leggera. Il Comune era già intervenuto nei mesi scorsi cementando i tombini e riempendoli di sabbia. Ma questo non ha fermato i ladri che hanno scavato buche accanto ai tombini per raggiungere le linee elettriche e strapparle.

Nelle prossime ore è previsto un sopralluogo da parte dei tecnici per cercare di riportare la situazione alla normalità e fare una conta più precisa dei danni. Il Settore Lavori Pubblici del Comune ha già previsto un intervento di ripristino: verranno posati nuovi cavi, per garantire il collegamento degli impianti nel campo di calcio, dotati di un sistema di allarme come deterrente al furto, e verranno effettuati i cablaggi per rimettere in funzione la caldaia.

“Questi fatti fanno male a tutta la città, non solo agli atleti che frequentano lo “Scirea” – ha concluso Luca Ghezzi -. In chi ha commesso questi atti manca il rispetto del bene comune: rovinano e rubano in un Centro Sportivo che è patrimonio di tutti”.

ARTICOLI CORRELATI