Mar. 25 Gen. 2022
HomeCinisello BalsamoScontro politico totale a Cinisello: la Lega risponde all'amministrazione

Scontro politico totale a Cinisello: la Lega risponde all’amministrazione

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Non si ferma lo scontro politico a distanza tra la Lega Nord cinisellese e l’amministrazione comunale. Al centro del dibattito ancora una volta il tema riguardante la sicurezza, portato sotto i riflettori due settimane fa con la scia di rapine che hanno avuto luogo in città.

Non è bastato catturare un rapinatore seriale, i complimenti dell’amministrazione comunale agli agenti delle forze dell’ordine  non sono stati accolti da parte della Lega Nord cinisellese per via di un duro attacco nei loro confronti presente all’interno del comunicato stampa: “Come partiti di maggioranza, condanniamo fermamente i comportamenti irresponsabili e le dichiarazioni false ed offensive degli esponenti leghisti, lesive dell’immagine e dell’impegno di chi ha davvero a cuore le sorti della città e, rifuggendo da facili slogan e vuote polemiche sulla sicurezza, ribadiamo il nostro impegno a fianco dei cittadini e dell’Amministrazione per una politica del “vivere sicuri” davvero efficace, nel solco di quanto di buono e positivo è già stato messo in atto finora”. 

La risposta degli esponenti del Carroccio cinisellese non si è fatta attendere: “Screditare il nostro lavoro e il nostro impegno rappresenta un goffo tentativo, da parte della sinistra che governa Cinisello, di distogliere l’attenzione dall’incapacità dell’amministrazione di risolvere i problemi” hanno dichiarato Jari Colla e il consigliere comunale Giacomo Ghilardi. “Contrariamente a quanto affermato – hanno proseguito Colla e Ghilardi –  dai rappresentanti della sinistra non vi è alcuna strumentalizzazione dell’operato delle forze dell’ordine, con cui, anche grazie a diverse segnalazioni da parte nostra, abbiamo istaurato un proficuo rapporto di stima e collaborazione”. Uno scontro che riguarda da vicino anche il quartiere Crocetta, dove da sempre il tema della sicurezza è molto delicato: “Siamo contenti invece di aver riportato all’attenzione dell’agenda politica cittadina le problematiche di un quartiere difficile, come quello della Crocetta, per lungo tempo dimenticato dalle varie giunte di sinistra che si sono susseguite negli ultimi 70 anni”. 

 

Proprio in riferimento a questo quartiere è arrivata la contro-offensiva della Lega Nord, sempre affidata alle parole dei due esponenti: “È bene ribadire che la Lega Nord, pur stando all’opposizione, è riuscita a portare a casa più risultati di quanti non ne abbia ottenuti l’amministrazione comunale in carica. Tanto per fare degli esempi,  sono state le nostre sollecitazioni infatti ad aver portato all’installazione delle telecamere nel sottopasso di viale Romagna, richieste da cittadini e comitati da oltre dieci anni. Discorso analogo per quanto riguarda il ripristino dell’allarme della scuola elementare Sardegna,  fuori uso da circa due anni e per la riattivazione dell’illuminazione dei giardinetti di viale Abruzzi“.

Jari Colla e Giacomo Ghilardi hanno poi concluso il loro intervento attaccando nuovamente il sindaco Siria Trezzi e tutta la giunta di sinistra: “La reazione stizzita da parte della maggioranza è quella tipica di chi ha la coda di paglia: non sapendo fornire risposte adeguate alla necessità di maggiore sicurezza e decoro, non soltanto del quartiere Crocetta, si illudono che basti un comunicato stampa e qualche dichiarazione a far scordare ai cittadini i disagi che questi vivono quotidianamente.  Ciò dimostra che l’unica paura che fomentiamo è la loro, nello specifico quella di perdere la poltrona“.

ARTICOLI CORRELATI