Gio. 29 Set. 2022
HomeCultura e SpettacoloIl Panettone D'Oro a don Brigatti e a Valota

Il Panettone D’Oro a don Brigatti e a Valota

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Ci sono anche due sestesi tra le persone che sabato pomeriggio al teatro Franco Parenti di Milano, hanno ricevuto la benemerenza il Panettone d’Oro. Si tratta di don Giovanni Brigatti, già Prevosto e Decano di Sesto San Giovanni, e Giuseppe Valota, Presidente dell’ANED (Associazione Nazionale Ex Deportati).

I due sestesi sono stati premiati insieme a numerosi milanesi per il loro impegno sociale e per il senso civico dimostrato negli anni sul territorio. Alla cerimonia non era presente don Giovanni Brigatti, perché in convalescenza dopo un intervento, per lui ha ritirato il premio il decano don Franco Motta. Presente invece il sindaco Monica Chittò che ha accompagnato i suoi concittadini.

Il Premio Panettone D’Oro è ispirato al panettone, dolce milanese di tradizione e buoni sentimenti. Viene conferito a personalità e associazioni che si dedicano al sociale. Dallo scorso anno esteso a tutti i comuni dell’area metropolitana.

LE MOTIVAZIONI

Don Giovanni Brigatti
I suoi sentimenti di rispetto, accoglienza e convivenza tra le persone lo hanno portato a manifestare un particolare attaccamento alla città di Sesto San Giovanni, dov’è stato parroco e decano, sempre presente nelle questioni delicate che interessavano la comunità, anche quando questo comportamento gli procurava insulti e calunnie.
Giuseppe Valota
Organizza ogni anno, con le scuole del territorio, visite ai campi di sterminio nazisti, aiutando così a conservare la memoria di quei tragici avvenimenti e a trasmettere alle giovani generazioni quei valori di rispetto reciproco e pace che devono essere alla base della visione comune dei popoli europei.

ARTICOLI CORRELATI