Mar. 26 Ott. 2021
HomeAttualitàGame Over: 50mila euro per dire stop al gioco d'azzardo

Game Over: 50mila euro per dire stop al gioco d’azzardo

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Game-Over”: si chiama così il progetto grazie al quale il Comune di Sesto San Giovanni ha ottenuto 50mila euro di finanziamento dal bando regionale “per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di prevenzione e contrasto alle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo lecito”. La Lombardia è la regione italiana nella quale il fenomeno della dipendenza da gioco d’azzardo è più rilevante: aumentano i giocatori e, contemporaneamente, le persone che sviluppano una dipendenza.

Con il progetto Game-Over, il Comune di Sesto ha intenzione di sviluppare un programma di informazione e contrasto al fenomeno del gioco d’azzardo patologico basato su quattro azioni principali: una mappatura dei “luoghi del gioco” attraverso la quale raccogliere elementi sulla tipologia di clientela, sulle abitudini e i comportamenti dei giocatori compulsivi; aumentare la consapevolezza tra gestori di bar e sale gioco sui rischi legati al gioco d’azzardo legale; valorizzare i locali “azzardo-free”; co-progettare azioni di sensibilizzazione e prevenire i comportamenti a rischio.

Tutto il progetto sarà accompagnato da momenti di informazione rivolti alla cittadinanza e percorsi di formazione professionale per gli operatori del territorio. Il progetto Game-Over, che partirà materialmente nel prossimo mese di settembre, vedrà la collaborazione di diversi partner: ASL Milano, Cooperativa Lotta Contro l’Emarginazione, Associazione AMALO, Associazione di volontariato Caritas Salesiani, Associazione San Vincenzo de Paoli, Centro di ascolto Caritas Parrocchia S. Stefano, Auser Lombardia, Associazione San Giuseppe Onlus, Confcommercio Sesto San Giovanni, SISAL Entertainment spa.

 

 

ARTICOLI CORRELATI