Lun. 22 Apr. 2024
HomeAttualitàGaiani rassicura: "L'Asilo Zucchi continuerà ad esserci"

Gaiani rassicura: “L’Asilo Zucchi continuerà ad esserci”

[textmarker color=”E63631″]CUSANO MILANINO[/textmarker] – Nelle scorse ore era circolata su Facebook una voce secondo cui nel Consiglio Comunale di lunedì scorso l’amministrazione comunale aveva deciso di azzerare completamente il contributo alla Fondazione Zucchi. Il post, oltre a segnare l’inizio di una discussione tra chi sostiene le scuole private e chi le pubbliche, è arrivato anche all’attenzione di alcuni Consiglieri Comunali che hanno voluto subito precisare che il Sindaco aveva fatto sua la proposta presentata da Forza Italia per rinnovare la collaborazione in scadenza nel 2015.

Lorenzo Gaiani, infatti, in sede di Consiglio aveva fatto aggiungere alla proposta scritta che “Nel limite del possibile” il Comune avrebbe continuato ad erogare i contributi alla Fondazione. Lo stesso primo cittadino, in serata, allarmato dalle notizie che si erano diffuse nel pomeriggio ha così rassicurato i cittadini: “Contrariamente a quanto scritto da alcuni, il Comune di Cusano Milanino non ha alcuna intenzione di disimpegnarsi dalla Fondazione Zucchi, che peraltro è una delle più antiche istituzioni del nostro Comune, che porta il nome di uno dei nostri Sindaci e che le varie Amministrazioni hanno sempre sostenuto”. Poi, immediatamente, la precisazione sulla variazione di bilancio discussa lunedì in Consiglio: “E’ vero invece che nel contesto dell’ultima variazione di bilancio si è previsto, a soli fini di quadratura del bilancio stesso, di azzerare per i prossimi anni la previsione del contributo annuale che il Comune corrisponde alla Fondazione. Fin da subito tuttavia abbiamo chiarito che il contributo verrà ripristinato appena vi sarà la copertura economica necessaria, e questo è un impegno formale del Comune, esplicitato direttamente da me nell’accogliere una raccomandazione scritta in tal senso da parte di quasi tutti i Gruppi consiliari. Entro l’anno corrente procederemo inoltre alla stesura e all’approvazione della nuova Convenzione fra il Comune e la Fondazione”. 

 

ARTICOLI CORRELATI