Gio. 23 Set. 2021
HomeCinisello BalsamoIl Comune costretto a ripubblicare il bando per l'assunzione di nuovi dipendenti

Il Comune costretto a ripubblicare il bando per l’assunzione di nuovi dipendenti

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Alla fine è stata prorogata fino al 17 luglio la scadenza del l bando per la selezione di sei nuovi posti per operatori ecologici e uno per meccanico.

La Nordmilano Ambiente, società del Comune di Cinisello che ha in gestione l’appalto di pulizia strade e raccolta di rifiuti in città, ha recepito la richiesta venuta dal consiglio comunale che l’altra sera ha votato un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Ciro Cesarano che chiedeva il ritiro del bando e la pubblicazione di una nuova selezione per risolvere una carenza formale che avrebbe potuto portare all’impugnazione dell’appalto. Cesarano aveva puntato il dito sul fatto che il documento di selezione non riportava la data di pubblicazione, ma solo quella di scadenza (il 30 giugno). Inoltre, come già accaduto in passato, il bando era stato pubblicizzato solamente con un avviso sul sito del Comune di Cinisello e su quello di Nordmilano Ambiente. La notizia, era stata anche diffusa tramite la newsletter settimanale dell’Amministrazione comunale.

“Davvero poco per un bando che mette in palio 7 posti di lavoro in una città dove il numero dei disoccupati è enorme – ha attaccato Ciro Cesarano, consigliere comunale di Forza Italia -. In un momento difficile come quello attuale non è tollerabile che un’azienda di proprietà del Comune agisca con tanta leggerezza. Occorre essere trasparenti e inattaccabili”.

Il nuovo bando, scaricabile a questo link, scadrà il 17 luglio prossimo per offrire a tutti la possibilità di partecipare.

“Sono davvero dispiaciuta per le polemiche esplose in questi giorni relative alla poca visività che è stata data al bando” – commenta il sindaco Siria Trezzi – il bando è uscito a giugno, quindi prima delle vacanze estive, ed è stato pubblicato su tutti gli strumenti a nostra disposizione, dal sito alla newsletter. Sono più di 11 mila i cittadini raggiunti attraverso questo strumento. In ogni caso a scanso equivoci di legittimità la scadenza è stata prorogata di 15 giorni”.

ARTICOLI CORRELATI