Mar. 05 Mar. 2024
HomeCultura e SpettacoloScontro tra le classi, iniziano gli "High School Game"

Scontro tra le classi, iniziano gli “High School Game”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI [/textmarker] – Mattinata intensa per gli studenti dell’istituto De Nicola di Sesto. Da una parte l’incontro con l’ex deportato Venanzio Gibillini e con il presidente dell’Anpi Giuseppe Valota. Dall’altra l’inizio delle sfide dell’High School Game, la competizione interattiva con domande di cultura generale, per imparare divertendosi. Due modi diversi per rendere più concreto e appassionante il percorso scolastico ed educativo.

L’incontro sulla deportazione e la resistenza

Le classi 4BC e 3AC hanno incontrato Gibillini e Valota all’interno di un’iniziativa organizzata da Mari Pagani di Ventimila Leghe e nell’ambito delle attività programmate per la realizzazione del progetto “Luoghi resistenti – Adotta una storia” proposto dall’insegnante Flavia Todisco, che aderisce al progetto di Istituto e de Comune di Sesto per il 70esimo del 25 aprile.

Prendono il via gli High School Game

Iniziano oggi le sfide che eleggeranno 2 classi campionesse dell’istituto, che porteranno il nome della scuola nelle competizioni provinciali, sperando poi di passare alle gare regionali e infine alle nazionali a Civitavecchia, su una barca da crociera. Il premio in palio? Una crociera a Barcellona. Ecco il comunicato sul sito della competizione:

Imparare divertendosi. Questo è l’obiettivo di High School Game, la gara tra le scuole medie superiori che, da gennaio a maggio, coinvolgerà oltre 300 Istituti in tutte le Regioni

La sfida vedrà impegnate le quarte e le quinte classi delle medie superiori che dovranno superare una selezione provinciale e regionale per accedere alla gara finale nazionale. Le regole della gare sono semplici: ogni classe costituisce una squadra; in ciascun Istituto si selezionano le due migliori quarte classi e le due migliori quinte classi che poi si sfidano a livello provinciale. Le vincenti si sfidano a livello regionale per accedere alla finale nazionale alla quale partecipano 4 studenti in rappresentanza di ogni classe.
Gli studenti, davanti a maxischermi e muniti di telecomando , vengono sottoposti a test a risposta multipla di cultura generale e a domande relative ai programmi scolastici, concordate con i docenti. Il sofisticato software “Ars Power”, elabora in tempo reale i risultati, i punteggi ponderati e visualizza l’analisi e le statistiche delle risposte.
Sono circa 100.000 gli studenti coinvolti in questa avvincente competizione che è sostenuta dalla partnership scientifica dell’Università di Roma La Sapienza, dell’Università Lumsa e dell’Università telematica Uni Nettuno. 
La finalissima si svolgerà il 18 e 19 maggio nel porto di Civitavecchia a bordo di una nave da Crociera della Grimaldi Lines che offrirà una crociera di 4 giorni a Barcellona alle prime due classi (quarta e quinta) classificate, accompagnate da 2 docenti ciascuna. In palio, inoltre, borse di studio dell’Università Uni Nettuno, Borse di formazione di Your Trainers Group, vacanza studio a Malta organizzata da Education First.
“Gli studenti vivono questa competizione con straordinario entusiasmo e voglia di impegnarsi per essere ben preparati”afferma Emanuele Gambino, presidente di Planet Multimedia, società organizzatrice di High School Game
“Nei due anni precedenti – aggiunge Gambino – i docenti delle classi che hanno partecipato alla gara hanno notato nei loro studenti un netto miglioramento della preparazione scolastica e un aumento dell’interesse verso la conoscenza”.

http://www.highschoolgame.it

ARTICOLI CORRELATI