Dom. 14 Lug. 2024
HomeCologno MonzeseI writers fanno paura, e i guardiani notturni della metro chiedono il...

I writers fanno paura, e i guardiani notturni della metro chiedono il trasferimento

[textmarker color=”E63631″]COLOGNO MONZESE [/textmarker] – Nei depositi della metro, come in quello di Cologno Nord, i guardiani lavorano nella paura. L’hanno denunciato in 15, attraverso una lettera raccomandata inviata al capo del personale Atm. Nella missiva, chiedono l'”immediato trasferimento ad altro settore“. Il motivo? Non sopportano più le incursioni dei vandali e il rischio continuo di essere picchiati.

Come riportato dal quotidiano Repubblica, i lavoratori denunciano sistemi di sicurezza malfunzionanti o inesistenti: le telecamere sono guaste, le serrature rotte. Questo rende i depositi dove riposano i vagoni della metropolitana facile preda di writers provenienti da tutto il mondo, e che non si fanno troppi scrupoli quando si trovano di fronte il personale in turno di notte. Le incursioni, negli ultimi due mesi sono state quasi una a notte, divise nei vari punti di raccolta dei treni: oltre a Cologno Nord per la verde, Gallaratese, Famagosta e San Donato. Solo Precotto si salverebbe: qui i sistemi di sorveglianza funzionano per proteggere i nuovi treni Leonardo. Il risultato è che su 31 guardiani, 15 hanno chiesto il trasferimento.

Atm starebbe studiando un nuovo piano di sicurezza che prevederebbe anche l’assunzione di circa 30 nuove guardie, ma questa prospettiva poco conforta, ad oggi, quanti devono affrontare la notte di lavoro con la paura di essere aggrediti. Sempre da quanto riportato da Repubblica, la polizia locale ha segnalato un rischio in più: nell’anno di Expo, ormai alle porte, potrebbero arrivare ondate di imbrattatori da tutta Europa, vogliosi di esibire il loro trofeo in una passerella internazionale.

LEGGI ANCHE: “Writer beccato nel deposito della metro reagisce ai carabinieri”

ARTICOLI CORRELATI