Dom. 04 Dic. 2022
HomeAttualitàLib, la salvezza potrebbe arrivare da Cinisello

Lib, la salvezza potrebbe arrivare da Cinisello

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – La salvezza del Lib potrebbe dipendere da Cinisello Balsamo. Tra le manifestazioni d’interesse per il Laboratorio Innovazione Breda di Sesto infatti, spicca quella di un imprenditore cinisellese che potrebbe risollevare le sorti dello spazio dedicato alle imprese.

L’agenda dettata dal curatore fallimentare Michele Scillieri prevede tempi rapidi: nel corso dell’estate vi sono stati diversi incontri con i legali dell’azienda e parallelamente con almeno una dozzina delle venti imprese che operano dal Lib e che intendono evitare la chiusura dello spazio.

In entrambe le direzioni, l’obiettivo di Scillieri resta lo stesso, formalizzare un’offerta già a settembre.

“L’interessamento è serio – svela il curatore fallimentare dalle colonne de Il Giorno -, nel caso l’offerta si concretizzasse, si procederà con un’asta che avrà come partenza il prezzo proposto. Il giudice ha già ipotizzato la procedura e autorizzato una proroga d’esercizio provvisoria fino a fine ottobre”.

Se tutto dovesse andare per il verso giusto, i giochi si potrebbero chiudere nel giro di due o tre mesi.

Nel frattempo il Lib continua a lavorare, con le imprese incubate che si autofinanziano e generano risorse positive.

Il Lib, creato da Milano Metropoli nel 2003, dopo il fallimento dell’agenzia di sviluppo, attende da oltre un anno una svolta per proseguire nel suo cammino come incubatore di imprese.

Anche dal comune di Sesto pare che la priorità sia la medesima. In un incontro di fine giugno, l’assessore alle attività produttive, Virginia Montrasio, aveva ribadito la necessità che l’esperienza del Lib “proseguisse e trovasse un assetto definitivo, nella logica di promozione e sviluppo che deve caratterizzare la Città Metropolitana”. L’assessore aveva poi ricordato “le agevolazioni fiscali e la non intenzione di modificare la destinazione d’uso dello stabile, per evitare ogni forma di speculazione edilizia”. Con l’interessamento dell’imprenditore cinisellese, la speranza di un acquirente si è rafforzata. “Qualsiasi nuova realtà arrivi in città, rappresenterà una ricchezza”.

ARTICOLI CORRELATI