Mar. 21 Set. 2021
HomeCronacaCentro Falcone e Borsellino: respinto il ricorso degli ex gestori

Centro Falcone e Borsellino: respinto il ricorso degli ex gestori

[textmarker color=”E63631″]PADERNO DUGNANO[/textmarker] – Dopo la cena della ‘ndrangheta del 31 ottobre 2009, i gestori del centro Falcone e Borsellino avevano visto la loro convenzione decadere per scelta del Comune. Così avevano presentato ricorso, chiedendo i danni al sindaco. La loro richiesta è stata ora rifiutata.

Il TAR della Lombardia ha respinto il ricorso presentato dai Pietro Di Bari, Luigi Bisco, Arturo Baldassarre e Moreno Scalabrini, contro la delibera di Giunta del 24 gennaio 2011 che ha decretato l’annullamento della convenzione per la gestione del Centro Falcone e Borsellino. Con il loro ricorso, che il TAR ha ugualmente respinto, chiedevano anche la condanna del Comune di Paderno Dugnano, in persona del Sindaco pro tempore, “al risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali patiti dai ricorrenti in conseguenza dell’illegittimità dei provvedimenti impugnati”. Gli stessi sono stati anche condannati a pagare le spese processuali in favore dell’Amministrazione Comunale.

“Lo Stato ha vinto ancora una volta – sottolinea il Sindaco Marco Alparone -. Sotto la loro gestione uno dei ricorrenti aveva messo a disposizione il Centro per la famigerata cena di ‘ndranghtea  Oltre al danno anche la sfrontatezza di presentare un ricorso. Credo che non servano ulteriori commenti. Sono fiero della scelta che ho preso insieme alla mia Giunta di interrompere quella convenzione. Sono orgoglioso di aver restituito quella struttura ai suoi legittimi proprietari: gli anziani della nostra città. Oggi quel centro è tornato a pieno titolo a rispettare la memoria dei nostri due eroi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, anche se nessuno potrà cancellare l’immagine di quella sera che rimane impressa nelle coscienze della nostra comunità”.

0150306
Il centro Falcone e Borsellino (foto repertorio)

ARTICOLI CORRELATI