Ven. 03 Feb. 2023
HomeAttualitàProfughi a Cinisello: la Lega lancia l'allarme

Profughi a Cinisello: la Lega lancia l’allarme

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Ci sarebbe anche Cinisello Balsamo tra i Comuni pronti ad ospitare i profughi siriani. In seguito agli arrivi delle ultime settimane e in particolare all’arrivo di oggi, mercoledì 11 giugno, che ha visto 260 profughi giungere in stazione Centrale a Milano, anche nel Nordmilano si parla di possibili ospitalità.

In particolare, un sopralluogo sarebbe già avvenuto alla scuola superiore Peano di Cinisello, per verificare la possibilità di attivare un’accoglienza. Si tratta di dare un supporto a Milano, che da ottobre a oggi ha ospitato circa 4mila siriani, di 1100 bambini. Molti sono ripartiti e attualmente nei centri allestiti dal Comune nella Metropoli ce ne sarebbero circa 800.

La notizia ha provocato subito la reazione della Lega Nord di Cinisello, che è intervenuta sulla questione.  “Cinisello Balsamo non diventi un grande campo profughi.” hanno detto il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale Giacomo Ghilardi e il vice capogruppo in Regione Lombardia Jari Colla:

1380196_10202204670019052_516245514_n
Giacomo Ghilardi

Il capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi e il vice capogruppo del Carroccio in Regione Lombardia, Jari Colla, sono intervenuti in merito al possibile arrivo di clandestini a Cinisello Balsamo: “E’ stato effettuato un sopralluogo presso l’ex istituto superiore Peano, situato in una zona in cui per altro esistono già due moschee abusive, per verificare l’agibilità della struttura a ospitale i clandestini sbarcati sulle nostre coste.  Come Lega Nord di Cinisello Balsamo siamo fermamente intenzionati a opporci con ogni mezzo per impedire che la nostra città si trasformi in un bivacco per clandestini”.

“Non ci sono ancora notizie sui numeri esatti di immigrati che il Governo, con la complicità dell’amministrazione comunale di centro-sinistra, intende spedire nella nostra città ma considerata l’ampiezza della struttura in questione (7 piani più la palestra sotterranea) – continuano gli esponenti della Lega – è ragionevole pensare a cifre molto elevate, nell’ordine di diverse centinaia di individui.”

 “Si tratta – prosegue Jari Colla – della naturale conseguenza di una politica criminale e vergognosa che risponde al nome di “Mare Nostrum”, un’operazione che sta portando nel nostro Paese decine di migliaia di clandestini, naturalmente a carico dei contribuenti lombardi.”

1939453_10203419440422613_2193125748809127271_n
Jari Colla

 

ARTICOLI CORRELATI