Mar. 05 Mar. 2024
HomeSenza categoria"Città facile" anche per Android, con l'aiuto degli studenti

“Città facile” anche per Android, con l’aiuto degli studenti

– Sessanta ore di lavoro da veri informatici. Otto studenti di Cinisello hanno lavorato sodo per realizzare la versione per Android dell’applicazione per smartphone e tablet “Città facile”. Ieri mattina i ragazzi, che frequentano la scuola Cartesio e Montale all’istituto del Parco Nord, hanno ricevuto un diploma di riconoscimento dall’assessore alle politiche sociali Letizia Villa.

Il laboratorio cui hanno preso parte gli studenti è stato pensato e tenuto dai due tecnici comunali che sei mesi fa hanno realizzato l’applicazione comunale. Fabio Scandola e Antonio Pantò sono i due esperti a cui si deve la realizzazione di questa guida virtuale alla città e ai suoi servizi. All’inizio realizzata solo per sistemi operativi Apple, in queste settimane si sta mettendo a punto anche la versione per dispositivi che utilizzano Android, l’altro diffusissimo sistema operativo presente sui cellulari di ultima generazione.

Proprio a questo progetto di ampliamento del software hanno partecipato gli studenti cinisellesi. Sotto la guida dei due  programmatori, i ragazzi hanno realizzato uno dei moduli di Città facile, la parte Social App, che consente di accedere ai social network. Per i giovani apprendisti informatici, si tratta di una esperienza importante, che ha permesso di mettersi alla prova con un progetto molto concreto e acquisire competenze che potrebbero rivelarsi vincenti per il futuro.

Il modulo progettato insieme agli studenti sarà pronto per settembre, mentre tutta l’app per Android sarà resa disponibile solo a fine anno. Vista la riuscita, a questo primo laboratorio il Comune sta già pensando di farne seguire altri.

“Il Comune di Cinisello Balsamo ha scelto di coinvolgere gli studenti nell’ottica di affidare alle nuove generazioni un ruolo sempre più attivo proprio su tematiche di loro interesse – ha dichiarato Letizia Villa, assessore alle Politiche educative –. Il prossimo passo potrebbe essere la realizzazione di un corso per insegnati”

Matteo Casmiro, Elio Guadagnini, Claudio Maniaci, Alessandro Messina, Davide Nappo, Fabio Nava, Rami Ouni e Costantino Petta, scelti tra periti, ecco gli otto nomi dei periti informatici, programmatori e periti aziendali che hanno partecipato.

 

ARTICOLI CORRELATI