Mar. 05 Mar. 2024
HomeAttualitàI 3 punti su cui concentrarsi quando si apre un ristorante: trascurarli...

I 3 punti su cui concentrarsi quando si apre un ristorante: trascurarli potrebbe portare a sprecare molte risorse in un momento cruciale

Se sei alle prese con l’apertura della tua attività nel settore della ristorazione, siamo certi che i pensieri di certo non mancano: l’attrezzatura, l’arredo, il personale e non solo.
Ci sono però alcuni elementi che possono fare moltissima differenza tra il successo della tua attività e il fallimento della tua idea imprenditoriale.

Molto spesso accade che le aziende, specialmente quelle di piccole dimensioni con la formula della ditta individuale, in Italia chiudano prima dei 5 anni e per questo motivo vogliamo aiutarti a non commettere errori grazie ai nostri 3 preziosi consigli che troverai nelle prossime righe.

L’importanza della pianificazione e del business plan

Prima di precipitarti ad effettuare spese per materiale e strumentazione, dovresti riuscire a creare un business plan, in modo da prevedere se e quando riuscirai a rientrare del tuo investimento.

Il business plan è il documento che ti aiuterà a stilare l’elenco delle spese che dovrai effettuare, suddividendole per categoria e per settore aziendale, e a prevedere il numero di clienti e il ricavo che ti porteranno a incassare denaro per il rientro del tuo investimento, nonché fare gli utili tanto desiderati.

Il momento in cui prepari il tuo business plan è anche quello dove ti trovi a richiedere preventivi per le spese più grandi, come ad esempio l’arredamento e la cucina professionale. Su quest’ultimo punto ti suggeriamo anche di visitare il sito web di Breda Servizi, azienda specializzata nella vendita di attrezzature professionali per la ristorazione, sia nuove che usate, in modo da poter risparmiare senza dover rinunciare alla qualità.

La selezione del personale e i suoi costi

Se vuoi che il tuo ristorante abbia successo, non potrai di certo fare tutto da solo. Uno staff affiatato che sappia accogliere la clientela, vendere loro i piatti all’interno del menu e prepararli può fare la differenza, specialmente in questo momento storico dove le aziende fanno molta fatica a trovare personale, come affermato anche all’interno di questa notizia.

Prevedi quindi del budget per la ricerca dello staff tramite annunci a pagamento sulle principali piattaforme e inserisci nel business plan dei compensi adeguati. Pagare bene il personale in questo momento storico farà tutta la differenza del mondo tra il tuo locale e quello dei tuoi competitor nei paraggi.

Il marketing per la ristorazione: serve davvero?

Quando si parla di marketing si crede sempre sia una pratica destinata alle grandi aziende, ma è l’unica strategia che hai a disposizione per riuscire ad attirare un flusso di clienti in modo continuativo.

Una presenza online con un sito web ottimizzato per la Seo, una scheda ai primi posti su Google My Business (in questo articolo troverai alcuni spunti su come ottimizzarla nel caso abbia già la tua) e delle campagne ad hoc su Facebook e Google Ads ti permetteranno di far conoscere la tua nuova attività e di attirare subito nuovi clienti.

Inoltre ricorda che anche il passaparola è utilissimo in questo settore: una campagna di referral con coupon per i clienti acquisiti porterà ad aumentare il loro numero in pochi mesi.

Per questo motivo dovresti inserire nel business plan anche il preventivo della web agency che sceglierai per la creazione di questi asset, oltre che gli investimenti pubblicitari mensili per le tue campagne pay per click.

ARTICOLI CORRELATI