Mer. 17 Apr. 2024
HomeBreaking NewsRissa e sparatoria a Sesto San Giovanni, un morto e due feriti

Rissa e sparatoria a Sesto San Giovanni, un morto e due feriti

L'episodio avvenuto in via Pisa, probabile un regolamento di conti fra bande avversarie. La droga è il motivo del contendere

Un tragico bilancio: un uomo è morto accoltellato e due sono rimasti feriti, uno per un colpo di pistola, a seguito di una rissa tra due gruppi di persone a Sesto San Giovanni, in via Pisa. L’episodio è accaduto nella serata di ieri, lunedì 23 ottobre, nella zona del boschetto, non distante dal comune di Cologno Monzese. A quanto emerso, si potrebbe trattare di un “regolamento di conti” in materia di stupefacenti, data la scelta del luogo: una strada chiusa alle spalle del cimitero.
Secondo le prime ricostruzioni un gruppo di uomini con in mano delle mazze da baseball sono fuggite proprio dalla zona del boschetto dopo l’accaduto. Il dramma si sarebbe consumato nello spazio davanti a una vecchia cascina al civico 439 che si affaccia sulle barriere antirumore della tangenziale. Le forze dell’ordine hanno ritrovato i bossoli fino a un determinato punto della strada, questo fa pensare che la vittima e i feriti siano  scappati cercando di salvarsi, tanto che l’uomo ucciso si è accasciato davanti alla porta finestra di un’abitazione, sotto la statua di una Madonnina.

La vittima un nordafricano

Le persone coinvolte nella rissa si erano dati probabilmente appuntamento per una contrattazione legata a dello stupefacente, ma l’incontro  si è presto trasformato in un violento scontro a colpi di coltello e bastone. Ad un certo punto sono anche esplosi alcuni colpi di arma da fuoco e  le peggiori conseguenze sono state per un 30enne straniero, presumibilmente nordafricano, spirato dopo aver ricevuto una coltellata alla gola. Un secondo giovane, raggiunto a un polso da un colpo di arma da fuoco, è rimasto lievemente ferito, mentre un terzo uomo è stato  picchiato e trasferito in ospedale con traumi e contusioni in tutto il corpo. Sulla dinamica degli accadimenti sono al lavoro i carabinieri del Comando Provinciale di Milano

 

ARTICOLI CORRELATI