Mar. 18 Giu. 2024
HomeAppuntamentiSesto San Giovanni, 11 pietre d'inciampo per commemorare i sestesi deportati in...

Sesto San Giovanni, 11 pietre d’inciampo per commemorare i sestesi deportati in Austria

L'iniziativa avrà luogo lunedì 16 gennaio. A posarle, in corrispondenza dell'abitazione dei deportati, l'artista tedesco Gunter Demnig

Sesto San Giovanni commemora i sestesi deportati nei campi di sterminio austriaci con la posa di 11 pietre d’inciampo lungo le varie vie della città. L’iniziativa, promossa dal Comune insieme ad Aned Sesto-Monza, è prevista lunedì 16 gennaio.

Le pietre verranno poste in corrispondenza del numero civico delle abitazioni dei deportati, lungo le vie di Sesto San Giovanni. Si partirà alle ore 9.00 seguendo un percorso che inizierà da viale Italia 780 con la posa della prima pietra per poi proseguire alla volta di viale Italia 616, Via Como 13, Via Monfalcone 4, Via Monte San Michele 37, Via Cattaneo 38, Via Cattaneo 9, Via Rovani 311, Via Dante 171 per poi concludersi in Piazza Diaz 14.

Le pietre d’inciampo sono un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig per depositare, nel tessuto urbanistico e sociale delle città europee, una memoria diffusa dei cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. E sarà proprio Deming ad installare personalmente le pietre, davanti alla presenza dei familiari delle vittime di quel genocidio.

Il progetto, attuato in diversi paesi europei, consiste nell’incorporare, nel selciato stradale delle città, davanti alle ultime abitazioni delle vittime di deportazioni, dei blocchi in pietra ricoperti da una piastra di ottone posta sulla faccia superiore. L’iniziativa ha avuto inizio a Colonia nel 1992 e ha portato, nel 2019, all’installazione di oltre 71.000 pietre d’inciampo.

 

ARTICOLI CORRELATI