Gio. 02 Feb. 2023
HomeBreaking NewsCinisello Balsamo, approvato il bilancio di previsione per il triennio 2023-2025

Cinisello Balsamo, approvato il bilancio di previsione per il triennio 2023-2025

Approvato dal Consiglio comunale il documento di previsione finanziaria dell’ente per il triennio 2023-25. Un bilancio che non prevede aumenti di imposta e conferma la diminuzione della Tari di quasi l’1%. L’aliquota Irpef rimane al 7,5%, con un’esenzione che si estende fino ai 10mila euro di reddito. Anche le tariffe dei servizi non hanno subito modifiche.

In previsione importanti risorse e investimenti che permetteranno di dare il via ad un piano di grandi opere pubbliche, nonostante il periodo complicato che stanno attraversando tutti i Comuni per via del forte aumento dei costi delle materie prime, stimato per Cinisello Balsamo per oltre 5 milioni di euro.

“Non sono stati anni facili, ma ci abbiamo messo tanta determinazione, passione e impegno per raggiungere quelli che erano i nostri obiettivi – ha dichiarato il sindaco Giacomo Ghilardi, commentando l’ultimo bilancio del mandato -. Dalle passate Amministrazioni di sinistra abbiamo ereditato una città completamente imballata dal punto di vista urbanistico e delle opere pubbliche, oltre al debito fuori bilancio di 10 milioni di euro, tutte risorse che avremmo potuto investire in altro e che abbiamo dovuto utilizzare per pagare i debiti del Partito Democratico. A ciò si è aggiunta la crisi post pandemica, l’incertezza legata alla situazione europea e le conseguenze del conflitto in corso. Nonostante ciò il nostro impegno di questi anni è andato nella direzione di non incidere sulle spese di famiglie, imprese e commercianti, senza dimenticare i servizi ai cittadini a cui vogliamo garantire sempre un buon livello. Un programma unito sotto il segno di tre parole chiave: sostenibilità, concretezza e dialogo”.

Sul fronte della fiscalità, Cinisello Balsamo risulta un comune virtuoso. A dirlo è uno studio di Assolombarda dal quale emerge che il Comune è tra quelli che presentano una pressione fiscale più bassa in tutte le Provincie di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia. Un buon risultato anche per l’attività di contrasto all’evasione: Cinisello Balsamo risulta al 6° posto per ammontare del recupero dei crediti dopo Milano, Genova, San Giovanni in Persiceto (Bologna), Prato e Bologna, con una cifra di 134mila euro recuperati.

“Il fatto di aver approvato con anticipo il Bilancio ci consentirà di intervenire con una migliore programmazione, andando a completare una serie di azioni già pianificate – ha aggiunto Ghilardi -. Il prossimo anno vedrà, in continuità con i precedenti di questa Amministrazione, l’apertura dei cantieri per la realizzazione di grandi opere pubbliche e la chiusura di quelli già avviati. Una progettualità mirata che è stata premiata anche dagli investimenti del Pnrr e di altri bandi”.

Il progetto più significativo e tra i primi a prendere avvio nel 2023 sarà Entangled: un finanziamento di 15 milioni di euro per la rigenerazione urbana del quartiere Crocetta, con azioni sociali, interventi su edifici e spazi pubblici, con l’obiettivo di offrire più connessioni, più verde e più servizi. Altrettanto significativa l’apertura del nuovo nido all’interno del centro polifunzionale per le famiglie nel quartiere Sant’Eusebio (165 mila euro), che verrà aperto alla fine di gennaio 2023 e che permetterà di ampliare l’offerta dei servizi alla prima infanzia, il cui incremento complessivo è di 48 posti.

“Erano 20 anni che non si aprivano nuovi servizi importanti in città – ha spiegato il primo cittadino -. Il Nuovo nido è tra questi. Ma dobbiamo anche riconoscere il grande sforzo per garantire un maggiore presidio del territorio: fin da subito abbiamo cominciato ad investire per rendere più sicure le vie e le piazze cittadine sia con l’acquisto di nuovi mezzi e strumenti tecnologici innovativi che con l’incremento di nuovo personale per la Polizia Locale. La novità più importante senza dubbio è l’introduzione del servizio H24”.

Un altro dei progetti rilevanti per valore è quello che riguarda l’illuminazione pubblica, ovvero la sostituzione con apparecchi Led di 5.777 punti luce. La convenzione partirà a febbraio 2023, avrà una durata di 9 anni per un importo complessivo di 11,5 milioni di euro, a cui si aggiungono investimenti per circa 6 milioni di euro destinati ad opere di manutenzione straordinaria e di riqualificazione energetica.

Seguiranno poi gli interventi finanziati dal Pnrr: il nuovo impianto sportivo polivalente in via Alberti (1,5 milioni di euro), l’ampiamento del parcheggio e la realizzazione dell’area multisport in via padre Maria Turoldo (1,3 milioni di euro), i laghetti artificiali nel parco Nord (552 mila euro) e gli interventi per dare impulso alla digitalizzazione e informatizzazione dell’ente (535 mila euro), finalizzato ad incrementare l’efficienza e la trasparenza dei procedimenti amministrativi, ridurre i tempi della burocrazia e favorire la semplificazione amministrativa, l’accessibilità alle informazioni e la comunicazione con i cittadini.

“A tutto ciò – ha concluso il sindaco – si aggiungono le manutenzioni continue di parchi, scuole, strade, piazze e tutto l’ordinario quali potature, sfalci, marciapiedi che hanno visto in questi anni di legislatura una programmazione costante, recuperando il tempo perso nelle passate amministrazioni”. Infine, si legge nella nota del Comune, la cifra destinata agli investimenti per il triennio è di oltre 40 milioni di euro. Il piano triennale prevede la realizzazione di nuove infrastrutture per l’ambiente e il territorio, di pavimentazioni stradali e marciapiedi, di nuove piste ciclabili e sistemi ciclopedonali, la messa in sicurezza di edifici pubblici e scuole, la manutenzione dei cimiteri.

 

ARTICOLI CORRELATI