Mar. 18 Giu. 2024
HomeBreaking NewsPaderno Dugnano, bambini al freddo per il malfunzionamento dell'impianto di riscaldamento

Paderno Dugnano, bambini al freddo per il malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento

Situazione più critica alla De Marchi. Il Comune ha avviato il procedimento di contestazione nei confronti dell’azienda appaltatrice.

[textmarker color=”E63631″] PADERNO DUGNANO -[/textmarker]

Disagi ieri mattina in alcuni istituti scolastici cittadini ed edifici comunali a causa del malfunzionamento degli impianti di riscaldamento. La situazione più critica si è verificata presso la scuola ‘De Marchi’ dove la caldaia è andata in blocco e l’anomalia all’impianto non è stata segnalata dal sistema di telecontrollo che, invece, avrebbe dovuto allertare il gestore e far scattare il pronto intervento.

Bambini al freddo con temperature attorno ai 12 gradi, segnalano alcuni genitori che si sono visti costretti a ritirare i figli dalla scuola per evitare che rimanessero al gelo per tutta la durata delle lezioni. “Sono 4 anni che scrivo al Comune segnalando questa situazione – denuncia una mamma via social – ma siamo al 12/12/2022 e ancora questi problemi con il riscaldamento, è vergognoso!”.

Dalle prime segnalazioni pervenute il Comune ha attivato l’appaltatore e i tecnici hanno fatto ripartire i caloriferi a lezioni già avviate. Nel contempo sono stati predisposti gli opportuni accertamenti perché i disservizi registrati nei diversi edifici sono da approfondire singolarmente. Già nelle settimane precedenti, gli uffici comunali avevano sollecitato l’azienda per maggiori controlli sugli impianti.

Il Comune, ha fatto sapere in una nota, ha già avviato il procedimento di contestazione su quanto accaduto ieri nei confronti dell’azienda appaltatrice cui seguirà l’adozione dei provvedimenti conseguenti nei termini previsti dal contratto: “Vogliamo andare a fondo per capire cosa è successo perché è inaccettabile, anche a fronte dei numerosi solleciti dei giorni scorsi e degli investimenti che stiamo sostenendo per la riqualificazione energetica nelle scuole – commenta il sindaco Ezio Casati -. Accerteremo cause e responsabilità, ci scusiamo con gli studenti, le loro famiglie e tutto il personale scolastico per i disagi subiti”.

 

ARTICOLI CORRELATI