Gio. 02 Feb. 2023
HomeBreaking NewsSesto San Giovanni, oltre 2mln di euro dal PNRR per la riqualificazione...

Sesto San Giovanni, oltre 2mln di euro dal PNRR per la riqualificazione della scuola Forlanini

Prosegue l’opera di messa in sicurezza degli edifici scolastici cittadini. Dopo il finanziamento ottenuto per la riqualificazione dell’asilo di via Savona, ora è la volta della scuola Forlanini che, grazie a un nuovo bando vinto all’interno dei fondi Ministeriali del PNRR per un importo di oltre 2.300.000 euro, verrà sottoposta ad interventi di adeguamento sismico, statico e di efficientamento energetico.

Al fine di adeguare la struttura alle normative sismiche recentemente entrate in vigore, saranno predisposti dei rinforzi strutturali, in grado di assorbire la totalità dell’azione sismica e ridurre notevolmente gli spostamenti tra i diversi corpi di fabbrica.

Dal punto di vista dell’efficientamento energetico, verranno sostituiti i serramenti di facciata dell’edificio scolastico con nuovi serramenti in PVC e vetri stratificati di sicurezza a controllo solare basso emissivo. Parallelamente, spiegano dal Comune, l’intervento progettuale prevede la realizzazione di un isolamento termico con sistema a cappotto sulle pareti esterne delle facciate, utilizzando pannelli rigidi in lana di roccia. Infine, per migliorare il confort abitativo nelle aule in relazione alla temperatura interna, verranno eseguiti dei lavori di adeguamento sull’impianto termico. Interventi che contribuiranno a diminuire il fabbisogno energetico della scuola, processo essenziale considerato il particolare momento storico che vede un’impennata dei costi delle bollette energetiche.

“Continuiamo a lavorare per rendere confortevoli e sicuri gli spazi dove mandare i nostri bambini”, è il commento del sindaco Di Stefano che si trova a dover fronteggiare una situazione preoccupante relativamente allo stato strutturale degli edifici scolastici cittadini. Proprio la scorsa settimana l’edificio che ospita la scuola primaria Barnaba Oriani e quella dell’infanzia Monte San Michele è stato chiuso in quanto dichiarato inagibile a seguito dei controlli che ne hanno messo in luce le numerose criticità strutturali, tra cui spicca l’inserimento dell’edificio “nella classe a maggior rischio sismico” e con il “più basso indice di sicurezza strutturale”.

ARTICOLI CORRELATI