Mar. 27 Set. 2022
HomeBreaking NewsBresso, riapertura piscina "Paolo Foglia": aperto bando per la gestione

Bresso, riapertura piscina “Paolo Foglia”: aperto bando per la gestione

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è partita la gara per riassegnare la concessione della Piscina comunale “Paolo Foglia” di Bresso, si apre così una speranza per i cittadini bressesi e non solo di poter ritornare a utilizzare l’impianto natatorio comunale dopo la chiusura a gennaio scorso a seguito del fallimento della società Gestisport che l’aveva in gestione.

Si tratta del secondo bando di gara dopo quello andato deserto a febbraio, complici i costi elevati per la gestione dell’impianto e la breve durata dell’appalto che era stata fissata fino a settembre 2023. Ora potrebbe trattarsi della volta buona per riaprire la struttura che fino alla chiusura ospitava oltre 5mila utenti dando lavoro ad 80 persone, tra istruttori, personale amministrativo e professionisti.

Il termine fissato dal Comune per presentare le candidature alla gestione scadrà il 5 Settembre 2022, in quella data si potrà conoscere quante società avranno partecipato ed inizierà la valutazione delle offerte, i tempi per conoscere chi si aggiudicherà la gestione dipenderanno dal numero di partecipanti.

Il bando prevede 15 anni di gestione, dunque fino al 2037, un canone progressivamente crescente per aiutare a riattivare tutti i servizi e la possibilità di avere un piano di riapertura progressivo in relazione alle iscrizioni oltre che la revisione delle tariffe. Il Comune si farà carico di tutti i costi dei mutui pregressi e investirà durante l’estate per realizzare una nuova centrale termica e trasformare tutte le luci a led. Sempre a carico dell’ente anche l’eventuale acquisto di arredi ed attrezzature che il fallimento toglierà dalla struttura.

“Sono molte le parti del bando che sono state inserite per rendere interessante il progetto di rilancio della piscina – spiega il sindaco Simone Cairo -, ma sappiamo che la parte più importante e decisiva dell’apertura e del rilancio dell’impianto sono gli oltre 5.000 utenti che frequentavano questa struttura sportiva gestita da 80 persone altamente qualificate. Vogliamo ripartire da qui”.

ARTICOLI CORRELATI