Gio. 18 Ago. 2022
HomeAttualitàCome utilizzare il condizionatore senza sprecare energia

Come utilizzare il condizionatore senza sprecare energia

In estate è davvero difficile stare senza condizionatore, soprattutto se si abita in zone molto umide in cui l’afa toglie completamente le energie. Ciò che preoccupa le persone è lo spreco di energia e il costo dei consumi, che però si possono limitare se si fa attenzione a come si utilizza il condizionatore e al modello che si decide di acquistare. Ovviamente il condizionatore ha un certo costo, ma può davvero renderci la vita migliore durante i mesi più caldi e durare tantissimi anni, quindi si tratta di un investimento importante per il proprio benessere. Si può scegliere l’installazione di condizionatori a Milano se si abita nel nord Italia, l’importante è affidarsi a persone competenti in materia.

Oltre a rinfrescare gli ambienti, un condizionatore può avere altre funzionalità, ad esempio può funzionare come un deumidificatore e in inverno può emanare calore. Le caratteristiche cambiano in base al modello che si sceglie di acquistare. Vediamo di seguito qualche consiglio per sfruttare al meglio questo strumento, in modo da non sprecare troppa energia e non spendere molto.

L’utilizzo del condizionatore di giorno e di notte

La prima cosa che dobbiamo considerare per evitare di sprecare energia inutilmente è capire quanto tempo deve rimanere acceso il condizionatore. Utilizzarlo 24 ore su 24 infatti è controproducente sia per lo spreco di energia che per la salute. Un apparecchio come questo andrebbe utilizzato solamente nelle ore più calde, quando se ne sente di più la necessità. Una volta spento, se l’abitazione è ben isolata, l’ambiente può rimanere fresco a lungo. Attenzione però: non è consigliato accendere e spegnere di continuo il condizionatore perché fa sprecare molta più energia che tenerlo acceso a lungo.

Il consiglio è quello di tenere acceso il condizionatore di giorno quando fa più caldo e tenerlo spento la sera e durante la notte. Dormire con l’aria fredda potrebbe essere problematico per la salute, può causare spossatezza, mal di gola e in alcuni casi anche insonnia. Nel caso in cui faccia davvero troppo caldo, si può impostare la modalità di deumidificatore, che andrà a togliere l’umidità in eccesso favorendo il ricircolo dell’aria nella stanza. Se anche questo non basta, l’importante è tenere il condizionatore acceso sui 25 gradi, non di meno.

Come evitare di sprecare corrente elettrica con un condizionatore

Ci sono dei consigli utili che si possono mettere in pratica per non sprecare corrente elettrica con i condizionatori, alcuni si focalizzano sul modello e altri sul suo utilizzo. Già al momento dell’acquisto bisogna focalizzarsi sulla scelta di un condizionatore con una classe energetica efficiente, ovvero che non sia inferiore alla A. L’investimento iniziale è più alto ma la spesa viene ammortizzata in fretta grazie ai costi minori. Per sprecare meno energia possibile, i condizionatori devono essere installati in alto, in questo modo l’aria scenderà e arriverà a rinfrescare tutto l’ambiente circostante.

Quando impostiamo la temperatura dobbiamo fare attenzione che non ci sia troppa differenza con il clima esterno, gli ambienti non devono diventare eccessivamente freddi. Anche la manutenzione è importante: bisognerebbe controllare i filtri almeno una volta durante l’anno, in modo da pulirli accuratamente per evitare che si crei muffa o che ci siano batteri. Durante la notte è possibile utilizzare la funzione dedicata a questa fascia oraria per consumare di meno e in determinati orari si può optare per la funzione “deumidificazione” in modo che la stanza si possa rinfrescare in modo più naturale. In generale, è bene utilizzare il condizionatore solo nelle stanze in cui ce n’è bisogno e evitare di lasciarlo acceso tutto il giorno. Seguire questi piccoli consigli ci porterà a risparmiare senza dover fare grandi rinunce

ARTICOLI CORRELATI