Mar. 09 Ago. 2022
HomeAttualitàTavole di legno, quali essenze scegliere? Vantaggi e caratteristiche

Tavole di legno, quali essenze scegliere? Vantaggi e caratteristiche

Alcuni suggerimenti per utilizzare il materiale naturale tra i più amati e utilizzati, non solo dai professionisti ma anche dagli amanti del fai da te

Il legno è il materiale naturale tra i più amati e utilizzati, non solo dai professionisti ma anche dagli amanti del fai da te. È un tipo di materiale che regala grandi soddisfazioni, duttile e ricco di proprietà tanto da risaltare qualsiasi lavoro si crei.

Ogni essenza ha una sua caratteristica distintiva, tra spaccature e nuance che cambiano nel tempo e si adattano perfettamente all’arredamento di casa. Le tavole in legno nascono appositamente per gli esperti e le loro costruzioni, ma sono consigliate anche a chi desidera darsi al fai da te per costruire i complementi d’arredo per la casa.

Ma quali sono le caratteristiche principali e quali essenze scegliere?

Tavole in legno, perché sceglierle?

Il legno è uno dei materiali naturali usati sin dalle epoche antichissime. La sua struttura è ottima per ogni tipo di costruzione con vantaggi che in pochi possono vantare. Tra questi:

    • È robusto, perché un legno di buona qualità ha il vantaggio di resistere agli urti e sollecitazioni di ogni genere. L’acciaio e la plastica non garantiscono le stesse funzionalità, mantenendo la forma originale senza deformarsi;
    • È resistente, un materiale longevo che dura per tantissimi anni se curato nella maniera corretta. Nel tempo non perde la sua bellezza naturale e unica nel suo genere;
    • Esteticamente meraviglioso, pur essendo molto complesso. Un ambiente arricchito da un arredamento in legno è senza dubbio ricercato, profumato e le venature regalano quel tocco piacevole e caldo non ricreabile artificialmente.

      Quale essenza legno scegliere?

Nel momento in cui si vogliono acquistare delle tavole in legno, per lavori professionali o fai da te, ci si chiede quali siano le essenze da usare. Curiosando sul sito https://www.tonellionline.it/tavole.html si può confermare di quante siano le possibilità e i prodotti a disposizione. Dal massello ai legni più pregiati, ci sono caratteristiche differenti per ognuno di loro. Tra i più amati si evidenzia:

    • Abete

Un classico evergreen essenziale, spesso impiegato per la realizzazione di mobili molto robusti. La sua caratteristica principale è avere i pori aperti, con colorazione chiara simile al miele. Le sue venature non sono praticamente visibili e prendono un colore rosso chiaro naturale.

Le sue particolarità sono molte, tra cui il fatto di essere un ottimo isolante termico. Il legno di abete trattiene il calore durante i periodi freddi e contrasta il calore durante l’estate. Non solo, viene scelto anche per la sua particolare predisposizione all’isolamento acustico.

    • Pino

È considerato un legno morbido, con colorazione molto chiara e venatura a vista. Tra le sue caratteristiche, spicca l’essere resinoso e tenace ottimo per una lavorazione con aggiunta di verniciature e incollaggio.

Viene scelto anche per la sua resistenza contro gli agenti atmosferici, anche se è richiesta la massima attenzione per l’attacco di insetti e funghi.

    • Faggio

Affascinante e delicato, il legno del Faggio ha una colorazione biondo ramato antico. La sua caratteristica principale è l’essere molto resistente, seppur di media durezza e sensibile all’umidità (che lo deforma nel tempo). Viene utilizzato per dei lavori di falegnameria semplici, realizzazione di complementi d’arredo e piccoli mobili dall’anima rustica.

ARTICOLI CORRELATI