Gio. 18 Ago. 2022
HomeBreaking NewsBresso, stanno arrivando 350 profughi in fuga dalla guerra

Bresso, stanno arrivando 350 profughi in fuga dalla guerra

E' partita la gara di solidarietà per accogliere gli ucraini in fuga dalla guerra, soprattutto donne e bambini. Ieri cinquanta persone sono state accolte al Collegio Guastalla di Monza. I profughi sono arrivati in Italia nella notte a bordo di un pullman, in un viaggio organizzato dalle associazioni “Emmaus” e “I bambini dell’Est”

Sono in arrivo a Bresso circa 350 profughi provenienti dall’Ucraina. Nell’hub di via Clerici a Bresso stanno arrivando i profughi dall’Ucraina. Si tratta di 350 persone, soprattutto donne e bambini, che saranno ospitati in maniera temporanea, prima di raggiungere un’altra destinazione. L’operazione è a cura della Prefettura di Milano, in collaborazione con l’Associazione Italia-Ucraina Maidan, che ha organizzato il convoglio umanitario.

Nel frattempo Milano si è mobilitata per dare assistenza ai profughi provenienti dall’Ucraina.

I primi luoghi individuati sono Casa Jannacci, lo storico dormitorio comunale di viale Ortles 69 all’interno del quale già un intero padiglione da 68 posti è adibito da due settimane a ospitare profughi ucraini, e la struttura di via Aldini 74, da tempo dedicata all’emergenza abitativa e all’accoglienza dei senza dimora. Se i numeri lo richiederanno, Comune e Prefettura valuteranno la possibilità di dedicare all’emergenza altri immobili.

Il Comune si impegna inoltre a supportare l’accoglienza con azioni di sostegno sociale ed educativo delle famiglie, destinando a tale scopo una prima tranche di risorse pari a 900 mila euro. “Dobbiamo essere pronti – ha dichiarato l’assessore al Welfare e Salute Lamberto Bertolé – a fronteggiare flussi importanti di persone in fuga dalla guerra e, oltre alla prima accoglienza, è necessario garantire un supporto alle persone più in difficoltà, con disabilità e ai minori non accompagnati.”

I profughi accolti al Collegio della Guastalla a Monza

Ieri una cinquantina di persone provenienti dall’Ucraina sono state accolte al Collegio della Guastalla, a Monza, dove genitori e alunni hanno volontariamente preparato per loro la colazione. I profughi – che sono arrivati in Italia nella notte a bordo di un pullman, in un viaggio organizzato dalle associazioni “Emmaus” e “I bambini dell’Est” – hanno fatto tappa a scuola, in attesa di incontrare le varie famiglie che hanno dato disponibilità alle associazioni per accoglierle, nelle loro case, per le prossime settimane.

ARTICOLI CORRELATI